15.2. Ripristino da una emergenza

15.2.1. Procedura di backup di Red Hat Satellite

Procedura 15.2. Procedura di backup di Red Hat Satellite

Questo esempio utilizza la directory /backup come directory di destinazione per archiviare gli archivi di backup. Eseguire i seguenti comandi come root.

Nota

Quando SELinux è abilitato l'utente dovrà assicurarsi che il contenuto locale da sincronizzare sia stato etichettato con "httpd_sys_content_t".
  1. Preparare la posizione per il backup:
    umask 0027
    export BDIR=/backup
    mkdir $BDIR
    chgrp postgres $BDIR
    chmod 770 $BDIR
    cd $BDIR
    
  2. Eseguire il backup dei file dei dati e di configurazione:
    # tar --selinux -czvf config_files.tar.gz \
    /etc/katello \
    /etc/elasticsearch \
    /etc/candlepin \
    /etc/pulp \
    /etc/gofer \
    /etc/grinder \
    /etc/pki/katello \
    /etc/pki/pulp \
    /etc/qpidd.conf \
    /etc/sysconfig/katello \
    /etc/sysconfig/elasticsearch \
    /root/ssl-build \
    /var/www/html/pub/* \ 
    
    # tar --selinux -czvf elastic_data.tar.gz /var/lib/elasticsearch
  3. Backup dei repository. I file RPM nei repository utlizzano già il programma di compressione e per questo motivo non sarà possibile eseguire una ulteriore compressione. In base alla dimensione dell'istanza l'archivio di backup risultante ( pulp_data.tar) può raggiungere dimensioni molto grandi.
    Sono disponibili due opzioni per il backup dei repository.
    Prima opzione: Backup dei repository online

    Eseguire il checksum di tutti i timestamp, eseguire il backup del repository e successivamente un nuovo checksum.

    # find /var/lib/pulp -printf '%T@\n' | md5sum
    # tar --selinux -cvf pulp_data.tar /var/lib/pulp /var/www/pub
    # find /var/lib/pulp -printf '%T@\n' | md5sum
    Se entrambi i checksum corrispondono, il backup eseguito online sarà corretto e utilizzabile. In caso contrario eseguire nuovamente il backup del repository.

    Nota

    Usare rsync per velocizzare il processo di copiatura del file in modo da far corrispondere i due checksum.
    Seconda opzione: Backup dei repository offline

    Arrestare il server Pulp ed eseguire il backup. Dopo aver completato il backup riavviare il server Pulp.

    # service pulp-server stop
    # tar --selinux -cvf pulp_data.tar /var/lib/pulp /var/www/pub
    # service pulp-server start

    Nota

    Dopo l'arresto del server Pulp, Red Hat Satellite e i client yum non saranno in grado di mantenere la connessione. Qualsiasi azione eseguita nei confronti del repository su Red Hat Satellite fallirà durante questo periodo di inattività.
  4. Backup dei database:
    Backup del database offline

    Esecuzione di un backup offline usando questi comandi:

    tar --selinux -czvf mongo_data.tar.gz /var/lib/mongodb
    tar --selinux -czvf pgsql_data.tar.gz /var/lib/pgsql/data/
    

    Avvertimento

    Per eseguire un backup offiline Red Hat Satellite deve essere completamente inattivo. Se si utilizza questa fase durante l'esecuzione di Satellite, sarà possibile corrompere i dati.
    Questo metodo rende possibile l'archiviazione di tutti i dati presenti nei database PostgreSQL e MongoDB. È consigliato eseguire il backup durante i periodi di manutenzione.
    Backup dei database PostgreSQL

    Confermate i nomi per i database PostgreSQL di Red Hat Satellite. I nomi predefiniti del database sono foremanschema e candlepin. Andate alla ricerca di tutti i valori predefiniti nella pagina del manuale di katello-configure o in /usr/share/katello/install/default-answer-file. Se l'istanza di Red Hat Satellite non utilizza i nomi predefiniti controllare katello-configure.conf, il quale presenta tutte le opzioni fornite da katello-configure, e individuate db_name.

    # grep db_name /etc/katello/katello-configure.conf
    Eseguire pg_dump per la creazione di backup del database online. Non sarà necessario arrestare PostgreSQL o Red Hat Satellite e questo processo non bloccherà gli utenti registrati. Tuttavia il processo può richiedere diversi minuti prima della sua conclusione in base alle dimensioni del database.
    # runuser - postgres -c "pg_dump -Fc foremanschema > /backup/foreman.dump"
    # runuser - postgres -c "pg_dump -Fc candlepin > /backup/candlepin.dump"

    Nota

    Per maggiori informazioni sui backup di PostgreSQL consultare la pagina del manuale di pg_dump o visitare http://www.postgresql.org/docs/8.4/static/backup.html.
    Backup del database MongoDB

    Usare gli strumenti online per il backup del databse pulp (MongoDB) durante l'esecuzione del database. Eseguire il seguente comando nella directory di backup:

    # mongodump --host localhost --out $BDIR/mongo_dump
    Questo tool crea la directory /backup/mongo_dump/pulp_database incluso i file JSON.

    Nota

    Per maggiori informazioni consultare la pagina man di mongodump o visitare http://www.mongodb.org/display/DOCS/Backups.
  5. Controllare il processo di backup. Questo processo crea una directory ed i seguenti file d'archivio:
    # ls $BDIR
    candlepin.dump    
    config_files.tar.gz    
    elastic_data.tar.gz    
    katello.dump
    mongo_dump/
    pulp_data.tar
    
    Se avete eseguito il backup offline opzionale dei database, potrete visualizzare i seguenti file:
    mongo_data.tar.gz
    pgsql_data.tar.gz
    
    Red Hat Satellite risulterà salvato. Red Hat Satellite dovrebbe essere online.
22921%2C+User+Guide-6.008-10-2014+13%3A34%3A52Red+Hat+Satellite+6Docs+User+GuideSegnala un bug