4.15. Virtualizzazione (traduzione automatica)

KVM supporta il paging a 5 livelli

Con Red Hat Enterprise Linux 8, la virtualizzazione KVM supporta la funzione di paging a 5 livelli, che aumenta significativamente lo spazio di indirizzi fisici e virtuali che i sistemi host e guest possono utilizzare.

(BZ#1485229)

KVM supporta UMIP in RHEL 8

La virtualizzazione KVM supporta ora la funzione UMIP (User-Mode Instruction Prevention), che può aiutare a impedire alle applicazioni dello spazio utente di accedere alle impostazioni a livello di sistema. Questo riduce i potenziali vettori per gli attacchi di escalation dei privilegi, rendendo così più sicuri l'hypervisor KVM e le sue macchine ospiti.

(BZ#1494651)

Ulteriori informazioni nei rapporti di crash degli ospiti KVM

Le informazioni sull'arresto anomalo che l'hypervisor KVM genera se un ospite termina inaspettatamente o non risponde sono state espanse. Questo rende più facile diagnosticare e risolvere i problemi nelle implementazioni della virtualizzazione KVM.

(BZ#1508139)

qemu-kvm 2.12 in RHEL 8

Red Hat Enterprise Linux 8 è distribuito con 2qemu-kvm.12. Questa versione corregge diversi bug e aggiunge una serie di miglioramenti rispetto alla versione 1.5.3, disponibile in Red Hat Enterprise Linux 7.

In particolare, sono state introdotte le seguenti caratteristiche:

  • Q35 tipo di macchina ospite
  • UEFI guest boot
  • NUMA tuning e pinning nell'ospite
  • vCPU hot plug e hot unplug
  • filettatura I/O ospite

Si noti che alcune delle funzionalità disponibili in 2qemu-kvm.12 non sono supportate su Red Hat Enterprise Linux 8. Per informazioni dettagliate, vedere "Supporto delle funzioni e limitazioni nella virtualizzazione di RHEL 8" sul portale clienti di Red Hat.

(BZ#1559240)

NVIDIA vGPU è ora compatibile con la console VNC

Quando si utilizza la funzione NVIDIA virtual GPU (vGPU), è ora possibile utilizzare la console VNC per visualizzare l'output visivo dell'ospite.

(BZ#1497911)

Ceph è supportato dalla virtualizzazione

Con questo aggiornamento, lo storage Ceph è supportato dalla virtualizzazione KVM su tutte le architetture di CPU supportate da Red Hat.

(BZ#1578855)

Il tipo di macchina Q35 è ora supportato dalla virtualizzazione

Red hat Enterprise Linux 8 introduce il supporto per Q35, un tipo di macchina basata su PCI Express più moderno. Ciò fornisce una varietà di miglioramenti nelle caratteristiche e nelle prestazioni dei dispositivi virtuali e garantisce che una gamma più ampia di dispositivi moderni sia compatibile con la virtualizzazione. Inoltre, le macchine virtuali create in Red Hat Enterprise Linux 8 sono impostate di default su Q35.

Si noti inoltre che il tipo di macchina PC predefinito in precedenza è diventato obsoleto e dovrebbe essere utilizzato solo quando si virtualizzano sistemi operativi più vecchi che non supportano Q35.

(BZ#1599777)

Boot loader interattivo per macchine virtuali su IBM Z

Quando si avvia una macchina virtuale (VM) su un host IBM Z, il firmware del boot loader QEMU presenta ora un'interfaccia di console interattiva. In questo modo è possibile risolvere i problemi di avvio del sistema operativo guest senza accesso all'ambiente host.

(BZ#1508137)

Aggiunto QEMU sandboxing

In Red Hat Enterprise Linux 8, l'emulatore QEMU introduce la funzione sandboxing. Il sandboxing di QEMU fornisce limitazioni configurabili a ciò che il sistema chiama QEMU può eseguire, rendendo così le macchine virtuali più sicure. Si noti che questa funzione è abilitata e configurata per impostazione predefinita.

(JIRA:RHELPLAN-10628)

Set di istruzioni GFNI e CLDEMOT abilitati per Intel Xeon SnowRidge

Le macchine virtuali (VM) in esecuzione in un host RHEL 8 su un sistema Intel Xeon SnowRidge sono ora in grado di utilizzare i set di istruzioni GFNI e CLDEMOT. Ciò può aumentare significativamente le prestazioni di tali macchine virtuali in alcuni scenari.

(BZ#1494705)

È stato aggiunto un driver a blocchi basato su VFIO per i dispositivi NVMe

L'emulatore QEMU introduce un driver basato sulla funzione virtuale I/O (VFIO) per dispositivi NVMe (NVMe) a memoria non volatile. Il driver comunica direttamente con i dispositivi NVMe collegati alle macchine virtuali (VM) ed evita di utilizzare il livello di sistema del kernel e i suoi driver NVMe. Come risultato, questo migliora le prestazioni dei dispositivi NVMe nelle macchine virtuali.

(BZ#1519004)

Miglioramento del supporto per le pagine enormi

Quando si utilizza RHEL 8 come host di virtualizzazione, gli utenti possono modificare le dimensioni delle pagine della memoria posteriore di una macchina virtuale (VM) a qualsiasi dimensione supportata dalla CPU. Questo può migliorare significativamente le prestazioni della macchina virtuale.

Per configurare le dimensioni delle pagine di memoria della macchina virtuale, modificare la configurazione XML della macchina virtuale e aggiungere l'elemento <hugepages> alla sezione <memoryBacking>.

(JIRA:RHELPLAN-14607)