4.8. Desktop (traduzione automatica)

GNOME Shell, versione 3.28 in RHEL 8

GNOME Shell, la versione 3.28 è disponibile in Red Hat Enterprise Linux (RHEL) 8. Notevoli miglioramenti includono:

  • Nuove caratteristiche dei box GNOME
  • Nuova tastiera su schermo
  • Supporto esteso dei dispositivi, in particolare l'integrazione per l'interfaccia Thunderbolt 3
  • Miglioramenti per il software GNOME, il dconf-editor e il terminale GNOME

(BZ#1649404)

Wayland è il server di visualizzazione predefinito

Con Red Hat Enterprise Linux 8, la sessione GNOME e lo GNOME Display Manager (GDM) usano Wayland come server di visualizzazione predefinito al posto del server X.org, che era usato con la precedente versione principale di RHEL.

Wayland offre molteplici vantaggi e miglioramenti rispetto a X.org. In particolare:

  • Modello di sicurezza più forte
  • Migliore gestione multi-monitor
  • Scalatura migliorata dell'interfaccia utente (UI)
  • Il desktop può controllare direttamente la gestione delle finestre.

Si noti che le seguenti funzioni non sono attualmente disponibili o non funzionano come previsto:

  • Le configurazioni multi-GPU non sono supportate da Wayland.
  • Il driver binario NVIDIA non funziona sotto Wayland.
  • L'xrandrutilità non funziona sotto Wayland a causa del suo diverso approccio alla gestione, risoluzioni, rotazioni e layout. Si noti che anche altre utilità di X.org per manipolare lo schermo non funzionano sotto Wayland.
  • La registrazione dello schermo, il desktop remoto e l'accessibilità non sempre funzionano correttamente sotto Wayland.
  • Non è disponibile un manager per appunti.
  • Wayland ignora i grab di tastiera emessi da applicazioni X11, come i visualizzatori di macchine virtuali.
  • Wayland all'interno delle macchine virtuali guest (VM) ha problemi di stabilità e prestazioni, quindi si raccomanda di utilizzare la sessione X11 per gli ambienti virtuali.

Se si esegue l'aggiornamento a RHEL 8 da un sistema RHEL 7 in cui si è utilizzata la sessione GNOME di X.org, il sistema continua ad usare X.org. Il sistema ritorna automaticamente a X.org anche quando sono in uso i seguenti driver grafici:

  • Il driver binario NVIDIA
  • Il cirrusconducente
  • Il mgaconducente
  • Il aspeedconducente

È possibile disabilitare manualmente l'uso di Wayland:

  • Per disabilitare Wayland in GDM, impostare l'WaylandEnable=falseopzione nel /etc/gdm/custom.conffile.
  • Per disabilitare Wayland nella sessione di GNOME, selezionare l'opzione legacy X11 usando il menu della ruota dentata nella schermata di login dopo aver inserito il proprio nome di login.

Per maggiori dettagli su Wayland, vedere https://wayland.freedesktop.org/.

(BZ#1589678)

Individuazione dei pacchetti RPM che si trovano in repository non abilitati di default

I repository aggiuntivi per il desktop non sono abilitati di default. La disabilitazione è indicata dalla enabled=0riga del file corrispondente.repo. Se si tenta di installare un pacchetto da tale repository utilizzando PackageKit, PackageKit mostra un messaggio di errore che annuncia che l'applicazione non è disponibile. Per rendere disponibile il pacchetto, sostituire la enabled=0riga usata in precedenza nel rispettivo .repofile con enabled=1.

(JIRA:RHELPLAN-2878)

GNOME Sofware per la gestione dei pacchetti

Il gnome-packagekitpacchetto che ha fornito una raccolta di strumenti per la gestione dei pacchetti in ambiente grafico su Red Hat Enterprise Linux 7 non è più disponibile. Su Red Hat Enterprise Linux 8, funzionalità simili sono fornite dall'utilità GNOME Software, che permette di installare e aggiornare le applicazioni e le estensioni di gnome-shell. Il software GNOME è distribuito nel gnome-softwarepacchetto.

(JIRA:RHELPLAN-3001)