Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

4.3. Disposizione del filesystem

Red Hat Enterprise Linux 7 introduce due modifiche molto importanti sulla disposizione del filesystem.
  • Le directory /bin, /sbin, /lib e /lib64 sono posizionato ora sotto /usr.
  • La directory /tmp può essere usata ora come temporary file storage system (tmpfs).

4.3.1. Nuova disposizione per il filesystem root

Inizialmente solo il contenuto strettamente necessario veniva incluso nelle directory /bin e /lib per non rallentare il processo d'avvio. Per montare la partizione /usr era necessario posizionare alcune utilità ad un livello root (/). Così facendo si veniva a creare una situazione dove altre utilità suddividevano il proprio contenuto su livelli multipli di directory, per esempio sia in /bin che in /usr/bin.
Con Red Hat Enterprise Linux 7 le directory /bin, /sbin, /lib e /lib64 sono posizionate in /usr. Poichè il filesystem /usr può essere montato da initramfs e non da utilità presenti nelle directory di livello root, ora non è più necessario dividere il contenuto del pacchetto in due livelli diversi. Così facendo si avrà un filesystem root più piccolo e si permetterà ai sistemi di condividere più efficacemente lo spazio del disco. Tale processo facilita la gestione dei sistemi e garantisce più flessibilità e sicurezza.
Per ridurre l'impatto di questa modifica la directory /bin precedente è ora un link simbolico per /usr/bin, /sbin, /usr/sbin e così via.

4.3.1.1. Preparazione all'aggiornamento di un filesystem

Se /usr si trova in una partizione separata, assicuratevi che la partizione /usr abbia spazio sufficiente per le copie di /bin, /sbin, /lib, e /lib64.
Se /usr non si trova in una partizione separata, assicuratevi che la partizione / abbia spazio sufficiente per le copie di ripiego di /bin, /sbin, /lib, e /lib64.
Se /var si trova in una partizione separata, è necessario convertire manualmente /var/run e /var/lock in link simbolici:
# mv -f /var/run /var/run.runmove~
# ln -sfn /run /var/run
# mv -f /var/lock /var/lock.lockmove~
# ln -sfn /run/lock /var/lock
Previo termine dei preparativi, consultate la Red Hat Enterprise Linux 7 Installation Guide per informazioni su come eseguire il processo di aggiornamento.

4.3.1.2. Verifica di un processo di aggiornamento corretto

Dopo aver eseguito il processo di aggiornamento è importante eseguire un controllo della sua corretta esecuzione.
  1. Controllare la presenza dei seguenti link simbolici:
    • /bin è un link simbolico per /usr/bin
    • /sbin è un link simbolico per /usr/sbin
    • /lib è un link simbolico per /usr/lib
    • /lib64 è un link simbolico per /usr/lib64
    • /var/run è un link simbolico per /run
    • /var/lock è un link simbolico per /run/lock
    Se le directory elencate rappresentano link simbolici, come previsto, saranno necessari due o più verifiche.
  2. Controllare l'output per il seguente comando:
    # find /usr/{lib,lib64,bin,sbin} -name '.usrmove'
    I file e le directory visualizzate con questo comando non potevano essere copiate su /usr, poichè un file o una directory con lo stesso nome era già presente in /usr. Per questo motivo è necessario risolvere il conflitto manualmente.
  3. Controllare la presenza di file da conservare all'interno delle seguenti directory:
    • /var/run.runmove~
    • /var/lock.lockmove~
Se le directory elencate non sono link simbolici, è necessario eseguire il processo di ripristino come riportato in Sezione 4.3.1.3, «Ripristino da un processo di aggiornamento incorretto».

4.3.1.3. Ripristino da un processo di aggiornamento incorretto

Il processo di aggiornamento può fallire per diversi motivi. A tale scopo controllare l'output dei seguenti comandi:
# dmesg
# journalctl -ab --full
Se non sono presenti errori controllare che:
  • / sia scrivibile
  • /usr sia scrivibile
  • /usr montato correttamente
  • / abbia spazio sufficiente
  • /usr abbia spazio sufficiente
  • /var sia stato montato nel tool rhelup tool
Per ulteriore assistenza contattare il supporto clienti di Red Hat.