Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

2.6. Miglioramenti del file system e storage

Red Hat Enterprise Linux 6 introduce numerosi miglioramenti alla gestione del file system e dello storage. Alcuni dei miglioramenti più importanti includono il supporto XFS e ext4. Per informazioni più dettagliate sui miglioramenti introdotti consultare Capitolo 7, File System.
Ext4

Ext4 è il file system predefinito di Red Hat Enterprise Linux 6 e risulta essere la quarta generazione della famiglia di file system EXT. Grazie alla sua introduzione è ora possibile avere una dimensione teorica massima del file system pari a 1 exabyte (non supportata da Red Hat), e una dimensione massima per un file singolo di 16TB. Red Hat Enterprise Linux 6 supporta una dimensione massima del file system pari a 16TB ed una dimensione massima per file singolo di 16TB. Insieme ad una capacità di storage molto più grande, ext4 include anche diverse nuove funzioni come ad esempio:

  • Metadati basati sulle estensioni
  • Assegnazione ritardata
  • Journal check-summing
Per maggiori informazioni sul file system ext4 consultare Sezione 7.3.1, «File system Ext4».
XFS

XFS è un file system con journal maturo e robusto in grado di supportare file system e file molto grandi su un singolo host. Questo file system è stato originariamente creato da SGI ed è stato usato in modo esteso su server molto grandi e storage array. Le funzioni di XFS includono:

  • Assegnazione ritardata
  • Inode assegnati dinamicamente
  • indicizzazione B-tree per una scalabilità della gestione di spazio disponibile
  • Aumento del file system e deframmentazione online
  • Algoritmi read-ahead per metadati sofisticati
Anche se XFS raggiunge un ordine di grandezza exabyte, la dimensione massima di un fle system XFS supportata da Red Hat è 100TB. Per maggiori informazioni su XFS consultare Sezione 7.3.2, «Il file system XFS».
Unità d'avvio molto grandi

Un BIOS tradizionale supporta una dimensione massima del disco pari a 2.2TB. I sistemi Red Hat Enterprise Linux 6 che utilizzano un BIOS sono in grado di supportare dischi più grandi di 2.2TB, attraverso l'utilizzo di una nuova struttura chiamata Global Partition Table (GPT). GPT può essere usato solo per dischi dati e non può essere usato per unità d'avvio con BIOS; per questo motivo le suddette unità possono avere una dimensione massima di 2.2TB. Il BIOS è stato creato originariamente da IBM PC; mentre il BIOS si è evoluto in modo da essere adattato all'hardware moderno, Unified Extensible Firmware Interface (UEFI) è stato creato per supportare hardware emergente.

Red Hat Enterprise Linux 6 supporta anche la UEFI, usata per sostituire il BIOS (ancora supportato). Su sistemi con UEFI e Red Hat Enterprise Linux 6 è possibile usare partizioni di 2.2TB e GPT (e dimensioni più grandi) sia per partizioni dati che per boot.

Importante

Red Hat Enterprise Linux 6 non supporta UEFI per sistemi x86 a 32-bit.

Importante

Da notare che le configurazioni d'avvio di UEFI e BIOS differiscono in modo significativo. Per questo motivo il sistema installato deve essere avviato usando lo stesso firmware usato durante l'installazione. Non sarà possibile installare il sistema operativo su di un sistema che utilizza il BIOS per poi avviare questa installazione su di un sistema che utilizza UEFI.
Red Hat Enterprise Linux 6 supporta la versione 2.2 delle specifiche UEFI. Hardware che supportano la versione 2.3 delle specifiche UEFI o più recenti, possono essere avviati ed operare con Red Hat Enterprise Linux 6 ma le funzionalità aggiuntive definite dalle specifiche non saranno disponibili. Le specifiche UEFI sono disponibili su http://www.uefi.org/specs/agreement/.