Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

2.2.2. Kickstart

Questa sezione descrive i comportamenti modificati in relazione alle installazioni automatizzate (Kickstart).

2.2.2.1. Modifiche del comportamento

  • In precedenza con un file Kickstart sprovvisto della riga network si assumeva che DHCP veniva usato per configurare la rete. Tale comportamento non era coerente con Kickstart e cioè se non sono presenti tutte le altre righe l'installazione dovrebbe interrompersi rendendo necessario un input. Ora se la riga network non è presente l'installazione si arresterà e sarà necessario un imput per proseguire. L'opzione --bootproto=query è deprecata. Se desiderate continuare ad usare DHCP senza alcuna interruzione aggiungete network --bootproto=dhcp al file di kickstart.
  • Generalmente con kickstart il riferimento ai dischi veniva effettuato tramite il nome del nodo del dispositivo (come ad esempio sda). Il kernel di Linux implementa ora un metodo più dinamico dove i nomi del dispositivo non sono sempre consistenti dopo il riavvio, per questo motivo l'utilizzo con script kickstart può essere più difficoltoso. Per favorire un processo più stabile sarà possibile usare qualsiasi elemento presente in /dev/disk al posto di un nome del nodo del dispositivo. Per esempio invece di:
    part / --fstype=ext4 --onpart=sda1
    
    Sarà possibile usare una voce simile alla seguente:
    part / --fstype=ext4 --onpart=/dev/disk/by-path/pci-0000:00:05.0-scsi-0:0:0:0-part1
    part / --fstype=ext4 --onpart=/dev/disk/by-id/ata-ST3160815AS_6RA0C882-part1
    
    Ciò fornisce un metodo omogeneo per far riferimento ai dischi più significativi rispetto a sda. Tale comportamento è utile in ambienti di storage molto grandi.
  • Per il riferimento ai dischi sarà anche possibile utilizzare voci simili a quelle di una shell. Tale processo semplifica l'uso di comandi clearpart e ignoredisk in ambienti di storage molto grandi. Per esempio invece di:
    ignoredisk --drives=sdaa,sdab,sdac
    
    Sarà possibile usare una voce simile alla seguente:
    ignoredisk --drives=/dev/disk/by-path/pci-0000:00:05.0-scsi-*
    
  • Kickstart arresterà il processo più spesso generando un errore rispetto alle versioni precedenti. Per esempio, se fate riferimento ad un disco non esistente l'installazione si arresterà informandovi dell'errore. Tale comportamento assisterà l'utente a rilevare gli errori nei file di kickstart prima che si verifichi un problema più grande. Al tempo stesso i file generici presenti su diverse configurazioni potrebbero fallire più spesso. I suddetti file dovrebbero essere gestiti singolarmente in base al tipo di problema.
  • Il file /tmp/netinfo usato per le informazioni di rete Kickstart è stato migliorato. Anaconda utilizza ora NetworkManager per la configurazione dell'interfaccia, archiviando la configurazione nei file ifcfg in /etc/sysconfig/network-scripts/. È possibile usare questa nuova posizione come sorgente per le impostazioni di rete per gli script %pre e %post.