Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

2.2. Installer grafico

Questa sezione descrive i comportamenti modificati presenti all'interno dell'installer grafico.

2.2.1. Dispositivi e dischi

  • L'uso del nome del dispositivo /dev/hdX è deprecato sulle architetture i386 e x86_64 per le unità IDE, ed è stato modificato a favore di /dev/sdX. Questo cambiamento non viene applicato all'architettura PPC.
  • Se avete difficoltà durante l'installazione la quale non riesce a rilevare una Smart Array card, inserire linux isa al prompt dell'installer. Tale azione permetterà di selezionare manualmente la scheda necessaria.
  • Mentre i driver IDE più vecchi erano in grado di supportare fino a 63 partizioni per dispositivo, i dispositivi SCSI sono limitati a 15 partizioni. Anaconda usa il nuovo driver libata in modo simile al resto di Red Hat Enterprise Linux, quindi non è in grado di rilevare un numero maggiore a 15 partizioni su di un disco IDE durante il processo di installazione o aggiornamento. Se state eseguendo un aggiornamento di un sistema con un numero maggiore a 15 partizioni, sarà necessario eseguire la migrazione del disco su Logical Volume Manager (LVM).
  • Una modifica nel modo in cui il kernel gestisce i dispositivi di storage potrebbe causare l'implementazione di nomi diversi, ad esempio /dev/hdX o /dev/sdX, dai valori usati nelle versioni precedenti. Anaconda risolve questo problema affidandosi alle etichette della partizione. Se queste etichette non sono presenti allora Anaconda fornisce un messaggio di avvertimento il quale indica che le partizioni devono essere etichettate. I sistemi che utilizzano il Logical Volume Management (LVM) ed il device mapper generalmente non hanno bisogno di essere rietichettati.
  • Il supporto viene incluso per l'installazione dei dispositivi a blocchi cifrati, incluso il file system root.
  • Non tutti i controller IDE RAID sono supportati. Se il controller RAID non è ancora supportato da dmraid, sarà possibile combinare le unità in array RAID attraverso la configurazione del software RAID di Linux. Per controller supportati configurare le funzioni RAID nel BIOS del computer.
  • La versione di GRUB inclusa in Red Hat Enterprise Linux 6 supporta ora ext4, in questo modo Anaconda permette all'utente di usare il file system ext4 su qualsiasi partizione incluse le partizioni root e /boot.