Capitolo 31. Installazione tramite VNC

Il programma d'installazione di Red Hat Enterprise Linux (anaconda) offre due modi interattivi di operare. La modalità originale è una interfaccia di testo. La modalità nuova usa GTK+ ed esegue un ambiente X Window. Questo capitolo spiega come usare l'installazione in modalità grafica in ambienti dove il sistema ha un display appropriato ed i dispositivi di input classici per una workstation. Questo scenario è tipico dei sistemi in datacenter, dove spesso sono istallati in un ambiente rack e non hanno uno schermo, tastiera o mouse. In aggiunta, alcuni di questi sistemi hanno la possibilità di connettersi ad un display grafico. Poichè l'hardware enterprise ha raramente la necessità di una sistema fisico, questa configurazione hardware è accettabile.
Anche in questi ambienti, comunque, il programma d'installazione grafico rimane il metodo di installazione raccomandato. L'ambiente in modalità testo manca di molte delle funzioni della modalità grafica. Molti utenti pensano che l'interfaccia in modalità testo fornisca maggiore potenza o possibilità di configurazione non disponibilie nella versione grafica. Risulta vero il contrario. Molti meno punti di sviluppo vengono inseriti nella modalità testo ed alcuni aspetti specifici (per esempio, la configurazione LVM, la configurazione delle partizioni, la scelta dei pacchetti e la configurazione del bootloader) vengono deliberatamente lasciati fuori dalla modalità testo. Le ragioni sono:
  • Meno schermate per la creazione di interfacce utente simili a quelle della modalità grafica.
  • Supporto per l'internazionalizzazione più difficile.
  • Desiderio di mantenere un singolo codice di percorso per installazione interattiva.
Anaconda comunque include una modalità Virtual Network Computing (VNC) che consente la modalità grafica del programma di installazione per l'esecuzione locale, ma lo schermo su un sistema connesso alla rete. L'installazione in modalità VNC fornisce una gamma completa di opzioni di istallazione, anche in situazioni in cui al sistema manca lo schermo oppure i dispositivi di input.

31.1. Visualizzatore VNC

L'esecuzione di una installazione VNC richiede un visualizzatore VNC in esecuzione sulla workstation o qualsiasi altro computer terminale. Posizioni dove si potrebbe volere un visualizzatore VNC installato:
  • La propria workstation
  • Portatile su un datacenter crash cart
VNC è un software open source con licenza GNU General Public License.
I client VNC sono disponibili nei repositori della maggior parte delle distribuzioni Linux. Usare il package manager per la ricerca di un client per la distribuzione scelta. Per esempio, su Red Hat Enterprise Linux, installare il pacchetto tigervnc:
# yum install tigervnc
Se avete verificato la disponibilità del visualizzatore VNC, sarà possibile iniziare il processo di installazione.