39.3. Sostituzione di Red Hat Enterprise Linux con MS-DOS o versioni obsolete di Microsoft Windows

In DOS e Windows, è possibile usare lo strumentofdisk di Windows per creare un nuovo MBR con l'opzione non documentata /mbr. Con questa opzione viene riscritto SOLO l'MBR in modo da avviare la partizione DOS primaria. Il comando dovrebbe essere simile a quanto segue:
fdisk /mbr
Se bisogna rimuovere Linux da un disco fisso e si cerca di farlo con l'fdisk predefinito di DOS (Windows), si incorrerrà nel problema del tipo, Partizioni presenti ma non esistenti. Il miglior modo per rimuovere le partizioni non-DOS è quello di utilizzare uno strumento che riconosca le partizioni non-DOS.
Per iniziare inserire il DVD di Red Hat Enterprise Linux ed avviare il sistema. Quando visualizzate il prompt d'avvio digitate: linux rescue. Così facendo verrà avviato il programa relativo alla modalità di ripristino.
Verrà richiesto di inserire il tipo di tastiera e la lingua. Inserire questi valori come nel caso di una installazione di Red Hat Enterprise Linux.
Successivamente comparirà una schermata che informa che il programma è alla ricerca di una installazione di Red Hat Enterprise Linux da ripristinare. Selezionare Salta su questa schermata.
Dopo aver selezionato Salta, vi verrà fornito un prompt di comando dove potrete accedere alle partizioni che desiderate rimuovere.
Inserire prima il comando list-harddrives. Questo comando vi fornirà un elenco di tutti i dischi fissi presenti sul sistema, i quali possono essere riconosciuti dal programma di installazione, fornendone anche la misura in megabyte.

Avvertimento

Prestare molta attenzione nel rimuovere solo le partizioni Red Hat Enterprise Linux necessarie. La rimozione di altre partizioni può comportare la perdita di dati o la corruzione dell'ambiente del sistema.
Per rimuovere le partizioni, usare l'utility parted. Avviare parted, dove /dev/hda é il dispositivo sul quale si deve rimuovere la partizione:
parted /dev/hda
Usando il comando print, si visualizza la tabella della partizione attuale in modo da determinare il numero minore della partizione da rimuovere:
print
Il comando print mostrerà il tipo di partizione (ad esempio linux-swap, ext2, ext3, ext4 e così via). Sapere il tipo di partizione aiuta nella decisione se rimuovere o meno la partizione.
Rimuovere la partizione con il comando rm. Per esempio, per rimuovere la partizione con il numero minore pari a 3:
rm 3

Importante

I cambiamenti avranno luogo subito dopo aver premuto [Invio], per questo motivo rivedere il comando prima di confermarlo.
Dopo aver rimosso la partizione, usare il comando print per confermare che la stessa sia stata rimossa dalla tabella.
Dopo aver rimosso le partizioni Linux ed effettuato tutti i cambiamenti richiesti, scrivere quit per uscire da parted.
Dopo aver abbandonato parted, digitare exit al prompt d'avvio per uscire dalla modalità di ripristino e riavviare il sistema, invece di continuare con l'installazione. Il sistema dovrebbe riavviarsi automaticamente. In caso contrario sarà possibile riavviare il computer utilizzando Control+Alt+Delete .