Appendice D. Comprensione di LVM

Le partizioni LVM (Logical Volume Management) forniscono un certo numero di vantaggi rispetto alle partizioni standard. Esse sono formattate come volumi fisici. Uno o più volumi fisici danno luogo ad un gruppi di volumi. Lo storage totale di ogni gruppo di volumi viene suddiviso in uno o più volumi logici. I volumi logici funzionano in modo simile alle partizioni standard. Essi presentano un tipo di file system, ext4, ed un mount point.

Nota

Sulla maggior parte delle architetture il boot loader non è in grado di leggere i volumi LVM. In tal caso sarà necessario crare una partizione del disco non-LVM standard per la partizione /boot.
Tuttavia su System z, il boot loader zipl supporta /boot sui volumi logici LVM con una mappatura lineare.
Per capire meglio gli LVM, immaginare il volume fisico come una pila di blocchi. Un blocco è semplicemente una unità di memoria usata per immagazzinare dati. Molte pile di blocchi possono essere combinate per creare una pila più grande, giusto come i volumi fisici sono combinati per creare un gruppo di volumi. La pila risultante può essere divisa in molte pile più piccole di dimensione arbitraria, così come un gruppo di volumi viene allocato a molti volumi logici.
Un amministratore può aumentare o diminuire i volumi logici senza distruggere dati, a differenza delle partizioni su disco convenzionali. Se i volumi fisici in un gruppo di volumi risiedono su dischi differenti o su un array RAID, allora gli amministratori possono anche estendere un volume logico attraverso i dispositivi di memorizzazione.
Si potrebbero perdere dati se si riduce un volume logico ad una capacità inferiore dei dati contenuti nel volume. Per assicurare la massima flessibilità, creare volumi logici per riscontrare le attuali necessità e lasciare capacità di memorizzazione non allocata. Sarà possibile incrementare la capacità dei volumi logici per usare lo spazio non allocato, a seconda delle proprie esigenze.

Nota

In modo predefinito, il processo di installazione crea le partizioni / e swap all'interno di volumi LVM, con una partizione di /boot separata.