28.4. Automatizzare l'installazione con Kickstart

È possibile eseguire una installazione senza alcun intervento da parte dell'utente usando il metodo kickstart. Un file Kickstart specifica le impostazioni per una installazione. Una volta avviato il sistema di installazione esso può leggere un file Kickstart e concludere il processo di installazione senza ulteriori input da parte dell'utente.

Nota

Il processo di installazione di Red Hat Enterprise Linux scrive automaticamente un file Kickstart che contiene le impostazioni per il sistema installato. Il file è sempre salvato come /root/anaconda-ks.cfg. È possibile usare questo file per ripetere l'installazione con parametri identici o modificare le copie per specificare parametri per altri sistemi.

Importante

Se un sistema è stato installato da un file kickstart Firstboot non viene eseguito a meno che non siano stati inclusi un desktop ed un sistema X Window nel processo di installazione ed abilitato un login grafico. Specificare un utente con l'opzione user nel file kickstart prima di installare i sistemi aggiuntivi (consultare la Sezione 32.4, «Opzioni di kickstart» per maggiori informazioni), oppure eseguire un login come utente root nel sistema installato con una console virtuale ed aggiungere gli utenti con il comando adduser.
Red Hat Enterprise Linux include un'applicazione grafica per creare e modificare file di Kickstart selezionando le opzioni desiderate. Usare il pacchetto system-config-kickstart per installare questo strumento. Per caricare l'editor di Kickstart di Red Hat Enterprise Linux, selezionare ApplicazioniStrumenti di sistemaKickstart.
I file Kickstart elencano i parametri di installazione in testo semplice, con una sola opzione per linea. Tale formato permette di modificare i file Kickstart con un qualunque editor di testo e scrivere scripts o applicazioni che generano file personalizzati di Kickstart per i propri sistemi.
Per automatizzare il processo di installazione con un file Kickstart, utilizzare l'opzione ks per specificare il nome e la localizzazione del file:
 linux ks=location/kickstart-file.cfg
È possibile usare i file di Kickstart contenuti sia su dispositivo rimovibile che su disco fisso, o su un server di rete. Consultare la Tabella 28.2, «Sorgenti Kickstart» per i sorgenti Kickstart supportati.

Tabella 28.2. Sorgenti Kickstart

Sorgente Kickstart Formato opzione
Unità DVD ks=cdrom:/directory/ks.cfg
Disco fisso ks=hd:/device/directory/ks.cfg
Altri dispositivi ks=file:/device/directory/ks.cfg
HTTP server ks=http://server.mydomain.com/directory/ks.cfg
Server HTTPS ks=https://server.mydomain.com/directory/ks.cfg
FTP server ks=ftp://server.mydomain.com/directory/ks.cfg
NFS server ks=nfs:server.mydomain.com:/directory/ks.cfg
Per ottenere un file Kickstart da uno script o da un'applicazione su un server web, specificare l'URL dell'applicazione con l'opzione ks=. Se si è aggiunta l'opzione kssendmac, la richiesta manderà inoltre le intestazioni HTTP all'applicazione web. L'applicazione può usare queste intestazioni per identificare il computer. Queste righe mandano una richiesta con intestazione all'applicazione http://server.mydomain.com/kickstart.cgi:
linux ks=http://server.mydomain.com/kickstart.cgi kssendmac