E.4. Terminologia di GRUB

Una delle cose più importanti da capire prima di usare GRUB è il modo in cui il programma fa riferimento a dispositivi come i dischi fissi o le partizioni. Questa informazione è fondamentale se si desidera configurare GRUB per l'avvio di più sistemi operativi.

E.4.1. Nomi dei dispositivi

Quando si fa riferimento ad un dispositivo particolare con GRUB, bisogna farlo usando il seguente formato (notare che le parentesi e la virgola sono molto importanti):
(<type-of-device><bios-device-number>,<partition-number>)
<type-of-device> specifica il tipo di dispositivo dal quale viene avviato GRUB. Le due opzioni più comuni sono hd per un disco fisso o fd per un dischetto 3.5. È anche disponibile un tipo di dispositivo meno utilizzato chiamato nd per un disco di rete. Le istruzioni su come configurare GRUB in modo da avviarlo attraverso la rete, sono disponibili su http://www.gnu.org/software/grub/manual/.
<bios-device-number> è il numero del dispositivo BIOS. Il disco fisso IDE primario viene numerato 0 ed il disco fisso IDE secondario viene numerato 1. La sintassi risulta più o meno equivalente a quella usata per i dispositivi del kernel. Per esempio, a in hda per il kernel, risulta essere analogo a 0 in hd0 per GRUB, b in hdb è analogo a 1 in hd1, e così via.
<partition-number> specifica il numero di una partizione su di un dispositivo. Similmente a <bios-device-number>, numerosi tipi di partizioni vengono numerate iniziando con 0. Tuttavia le partizioni BSD vengono specificate usando lettere, con a che corrisponde a 0, b che corrisponde a 1, e così via.

Nota

Con GRUB, tale sistema di numerazione per i dispositivi inizia sempre con 0 e non con 1. Molti nuovi utenti spesso commettono l'errore di dimenticare tale caratteristica in questo tipo di numerazione.
Per esempio, se un file system presenta più di un disco fisso, GRUB farà riferimento al primo disco fisso come (hd0), ed al secondo come (hd1). In modo simile GRUB farà riferimento alla prima partizione sulla prima unità come (hd0,0) e la terza partizione sul secondo disco fisso come (hd1,2).
Per assegnare un nome a dispositivi e partizioni GRUB, utilizzare le seguenti regole:
  • Non ha importanza se i dischi fissi del sistema sono IDE o SCSI, tutti i dischi fissi iniziano con lettere hd. Le lettere fd vengono usate per specificare i dischetti 3.5.
  • Per specificare l'intero dispositivo senza tener presente le partizioni, non aggiungere alcuna virgola e numero di partizione. Ciò è molto importante quando viene indicato a GRUB di configurare l'MBR per un disco particolare. Per esempio, (hd0) specifica l'MBR sul primo dispositivo, e (hd3) specifica l'MBR per il quarto dispositivo.
  • Se un sistema presenta dispositivi drive multipli, allora è importante conoscere il loro ordine all'interno del BIOS. Tale compito non risulta essere molto complesso se il sistema presenta solo unità IDE o SCSI, se invece sono unità miste è importante accedere prima al tipo di unità che presenta la partizione di avvio.