E.7. File di configurazione del menu di GRUB

Il file di configurazione (/boot/grub/grub.conf), usato per creare un elenco di sistemi operativi in modo da avviare l'interfaccia del menu di GRUB, permette all'utente di selezionare un gruppo precedentemente impostato di comandi da eseguire. È possibile usare i comandi presenti nella Sezione E.6, «Comandi», insieme a comandi speciali disponibili solo all'interno del file di configurazione.

E.7.1. Struttura del file di configurazione

Il file di configurazione dell'interfaccia del menu di GRUB è /boot/grub/grub.conf. I comandi usati per impostare le preferenze globali per l'interfaccia del menu, vengono posizionati nella parte superiore del file, seguite da istanze per ogni kernel operativo o da un sistema operativo presente nel menu.
Di seguito viene riportato un file di configurazione di base del menu di GRUB creato per avviare sia Red Hat Enterprise Linux che Microsoft Windows Vista:
default=0 
timeout=10 
splashimage=(hd0,0)/grub/splash.xpm.gz 
hiddenmenu 
title Red Hat Enterprise Linux Server (2.6.32.130.el6.i686)         
root (hd0,0)         
kernel /boot/vmlinuz-2.6.32.130.el6.i686 ro root=LABEL=/1 rhgb quiet       
initrd /boot/initrd-2.6.32.130.el6.i686.img

# section to load Windows 
title Windows         
rootnoverify (hd0,0)         
chainloader +1
Questo file configura GRUB in modo da creare un menu con Red Hat Enterprise Linux come sistema operativo predefinito, impostandolo in avvio automatico dopo 10 secondi. Vengono assegnate due sezioni, una per ogni voce del sistema operativo con comandi specifici per la tabella della partizione del disco del sistema.

Nota

Notare che il valore predefinito viene specificato come valore intero. Ciò si riferisce alla prima riga title nel file di configurazione di GRUB. Per impostare la sezione Windows come predefinita nell'esempio precedente, modificare default=0 in default=1.
Non è scopo di questo capitolo trattare la configurazione di un file di configurazione del menu di GRUB per avviare sistemi operativi multipli. Consultare la Sezione E.9, «Risorse aggiuntive» per un elenco di risorse aggiuntive.