36.3. Utilizzo della modalità di ripristino per la correzione o risoluzione dei problemi del driver

Un malfunzionamento o un driver mancante può impedire il normale processo d'avvio del sistema. La modalità di ripristino fornisce un ambiente nel quale sarà possibile aggiungere, rimuovere o sostituire un driver anche se il sistema non è in grado di avviarsi. Quando possibile è consigliato l'uso del gestore dei pacchetti RPM per rimuovere i driver malfunzionanti o per aggiungere i driver aggiornati o mancanti. Se non siete in grado di rimuovere un driver malfunzionante sarà possibile inserire lo stesso nella blacklist in modo tale da non caricarlo al momento dell'avvio.
Da notare che durante l'installazione di un driver da un disco driver, il disco driver aggiorna tutte le immagini initramfs sul sistema per poter utilizzare il driver interessato. In presenza di un problema con un driver, il processo d'avvio non verrà effettuato e non sarà possibile eseguire l'avvio del sistema da un'altra immagine initramfs.

36.3.1. Come usare RPM per aggiungere, rimuovere o sostituire un driver

In modalità di ripristino sarà possibile usare RPM per installare, rimuovere o aggiornare i pacchetti dal sistema installato anche se non è stato eseguito un avvio del sistema stesso. Per rimuovere un driver malfunzionante:
  1. Avviate il sistema in modalità di ripristino con il comando linux rescue al prompt d'avvio, o il comando linux rescue dd per caricare un driver di terzi da un driver disco. Seguite le istruzioni in Sezione 36.1.2, «Avvio della modalitá di ripristino» e non scegliete di montare il sistema installato in sola lettura.
  2. Modificare la directory root su /mnt/sysimage/:
    chroot /mnt/sysimage/
  3. Usare il comando rpm -e per rimuovere i pacchetti del driver. Per esempio per rimuovere il pacchetto kmod-foobar eseguire:
    rpm -e kmod-foobar
  4. Uscire dall'ambiente chroot:
    exit
L'installazione di un driver è un processo simile ma il pacchetto RPM che contiene il driver deve essere disponibile sul sistema.
  1. Avviate il sistema in modalità di ripristino con il comando linux rescue al prompt d'avvio, o il comando linux rescue dd per caricare un driver di terzi da un driver disco. Seguite le istruzioni in Sezione 36.1.2, «Avvio della modalitá di ripristino» e non scegliete di montare il sistema installato in sola lettura.
  2. Rendete disponibile il pacchetto RPM che contiene il driver. Per esempio montate un CD o unità flash USB e copiate il pacchetto RPM su una posizione a vostra scelta in /mnt/sysimage/, per esempio: /mnt/sysimage/root/drivers/.
  3. Modificare la directory root su /mnt/sysimage/:
    chroot /mnt/sysimage/
  4. Usare il comando rpm -ivh per installare il pacchetto del driver. Per esempio per installare il pacchetto kmod-foobar da /root/drivers/, eseguire:
    rpm -­ivh /root/drivers/kmod-foobar-­1.2.0­4.17.el6.i686
    Da notare che /root/drivers/ in questo ambiente chroot sia /mnt/sysimage/root/drivers/ nell'ambiente di ripristino originale.
Una volta terminata la rimozione e l'installazione dei driver riavviare il sistema.