Capitolo 18. Pianificazione per una installazione su System z

18.1. Pre-Installazione

Red Hat Enterprise Linux 6 può essere eseguito su sistemi IBM più recenti o System z9.
Il processo di installazione presume che l'utente sia a conoscenza del System z di IBM ed in grado di impostare le partizioni logiche (LPAR) e le macchine virtuali guest z/VM. Per maggiori informazioni su System z, consultare http://www.ibm.com/systems/z.
Prima di installare Red Hat Enterprise Linux, scegliere se:
  • Desiderate eseguire il sistema operativo su di una LPAR o come sistema operativo guest z/VM.
  • Decidere se avete bisogno di spazio di swap e la sua dimensione. Anche se è possibile (e consigliato) assegnare una quantità di memoria sufficiente alla macchina virtuale guest z/VM e lasciare che z/VM esegua lo swap necessario, sono presenti alcuni casi dove la quantità di RAM necessaria è difficile da prevedere. Tali circostanze devono essere esaminate caso per caso. Consultare Sezione 23.15.5, «Schema di partizionamento consigliato».
  • Decidere il tipo di configurazione di rete. Red Hat Enterprise Linux 6 per IBM System z supporta i seguenti dispositivi di rete:
    • Open Systems Adapter (OSA) reale e virtuale
    • HiperSockets reali e virtuali
    • LAN channel station (LCS) per OSA reali
Sarà necessario avere il seguente tipo di hardware:
  • Spazio su disco. Calcolare la quantità di spazio su disco necessaria ed assegnare uno spazio sufficiente sui DASD[8] o dischi SCSI. [9] È necessario avere a disposizione almeno 2 GB per una installazione server e 5 GB se desiderate installare tutti i pacchetti. Altresì, sarà necessario spazio su dusco per qualsiasi dato dell'applicazione. Dopo l'installazione sarà possibile aggiungere o rimuovere ulteriori DASD o partizioni del disco SCSI se necessario.
    Lo spazio su disco usato dal sistema Red Hat Enterprise Linux appena installato (istanza di Linux) deve essere separato dallo spazio su disco usato da altri sistemi operativi presenti sul sistema.
    Per maggiori informazioni sui dischi e sulla configurazione della partizione consultare Sezione 23.15.5, «Schema di partizionamento consigliato».
  • RAM. Acquisire 1 GB (consigliata) per l'istanza di Linux. Con un pò di regolazione, una istanza sarà in grado di essere eseguita anche con 512 MB di RAM.


[8] Direct Access Storage Devices (DASD) dischi fissi che permettono un massimo di tre partizioni per dispositivo. Per esempio, dasda potrà avere le seguenti partizioni dasda1, dasda2, e dasda3.
[9] Utilizzando il driver del dispositivo del canale SCSI-over-Fibre (driver del dispositivo zfcp) ed un interruttore, SCSI LUN possono essere presentati a Linux su System z come unità SCSI collegate localmente.