Capitolo 21. Fase 1 di installazione: Configurazione di un dispositivo di rete

Dopo l'avvio del kernel sarà necessario configurare un dispositivo di rete tramite il programma linuxrc. Questo dispositivo di rete sarà necessario per completare l'installazione. Se state eseguendo una installazione interattiva (con il file di parametro predefinito generic.prm), il programma formulerà alcune domande relative alla vostra rete. A tale scopo è consigliato organizzare i propri dati in un datasheet. Se desiderate automatizzare questa fase fornite le informazioni per ogni opzione all'interno del file di parametro o file di configurazione CMS.
Prendiamo come esempio la configurazione di un adattatore di rete OSA con z/VM. All'avvio di linuxrc verrà visualizzato il seguente messaggio:
Starting the zSeries initrd to configure networking. Version is 1.2 
Starting udev...
I dispositivi di rete saranno rilevati ed elencati. L'elenco dei dispositivi dipende dal parametro del kernel cio_ignore usato. Se nessun dispositivo verrà rilevato a causa di cio_ignore, come riportato nell'esempio sottostante, sarà possibile svuotare l'elenco dei dispositivi ignorati. Questo processo potrebbe richiedere del tempo e risultare in un elenco molto lungo se il numero dei dispositivi è molto alto, come ad esempio in un LPAR.
Scanning for available network devices... 
Autodetection found 0 devices. 
Note: There is a device blacklist active! (Clearing might take long) 
c) clear blacklist, m) manual config, r) rescan, s) shell: 
c 
Clearing device blacklist... 
Scanning for available network devices... 
Autodetection found 14 devices. 
  
NUM CARD CU CHPID TYPE DRIVER IF DEVICES 
 1 OSA (QDIO) 1731/01 00 OSD qeth eth 0.0.f500,0.0.f501,0.0.f502 
 2 OSA (QDIO) 1731/01 01 OSD qeth eth 0.0.f503,0.0.f504,0.0.f505 
 3 OSA (QDIO) 1731/01 02 OSD qeth eth 0.0.1010,0.0.1011,0.0.1012 
 4 HiperSockets 1731/05 03 IQD qeth hsi 0.0.1013,0.0.1014,0.0.1015 
 5 OSA (QDIO) 1731/01 04 OSD qeth eth 0.0.1017,0.0.1018,0.0.1019 
 6 CTC adapter 3088/08 12 ? ctcm ctc 0.0.1000,0.0.1001 
 7 escon channel 3088/1f 12 ? ctcm ctc 0.0.1002,0.0.1003 
 8 ficon channel 3088/1e 12 ? ctcm ctc 0.0.1004,0.0.1005 
 9 OSA (QDIO) 1731/01 76 OSD qeth eth 0.0.f5f0,0.0.f5f1,0.0.f5f2 
 10 LCS OSA 3088/60 8a OSE lcs eth 0.0.1240,0.0.1241 
 11 HiperSockets 1731/05 fb IQD qeth hsi 0.0.8024,0.0.8025,0.0.8026 
 12 HiperSockets 1731/05 fc IQD qeth hsi 0.0.8124,0.0.8125,0.0.8126 
 13 HiperSockets 1731/05 fd IQD qeth hsi 0.0.8224,0.0.8225,0.0.8226 
 14 HiperSockets 1731/05 fe IQD qeth hsi 0.0.8324,0.0.8325,0.0.8326 
  
<num>) use config, m) manual config, r) rescan, s) shell:
Inserire il numero della configurazione che desiderate usare, per esempio 9. La selezione fatta da una tabella fornisce al programma di installazione le informazioni sul tipo di dispositivo di rete e sugli indirizzi del dispositivo per i rispettivi canali secondari. Alternativamente sarà possibile inserire m e procedere all'inserimento del tipo di rete (qeth), la lettura, scrittura, i canali dati, e la porta OSA. Accettare le impostazioni predefinite premendo Invio; con z/VM sarà necessario premere due volte il tasto Invio.
m 
  
* NOTE: To enter default or empty values press enter twice. * 
  
  
Network type (qeth, lcs, ctc, ? for help). Default is qeth: 
qeth 
  
Read,write,data channel (e.g. 0.0.0300,0.0.0301,0.0.0302 or ? for help). 
0.0.f5f0,0.0.f5f1,0.0.f5f2 
  
Portname (1..8 characters, or ? for help). Default is no portname: 
  
  
Relative port number for OSA (0, 1, or ? for help). Default is 0: 
  
  
  
Activating network device... 
Detected: OSA card in OSD mode, Gigabit Ethernet
A questo punto saranno visualizzate le domande relative all'istanza di Linux:
 Hostname of your new Linux guest (FQDN e.g. s390.redhat.com or ? for help): 
host.subdomain.domain 
 
IPv4 address / IPv6 addr. (e.g. 10.0.0.2 / 2001:0DB8:: or ? for help) 
10.0.0.42 
  
IPv4 netmask or CIDR prefix (e.g. 255.255.255.0 or 1..32 or ? for help). Default is 255.0.0.0: 
24 
  
IPv4 address of your default gateway or ? for help: 
10.0.0.1 
Trying to reach gateway 10.0.0.1... 
  
IPv4 addresses of DNS servers (separated by colons ':' or ? for help): 
10.1.2.3:10.3.2.1 
Trying to reach DNS servers... 
  
DNS search domains (separated by colons ':' or ? for help): 
subdomain.domain:domain 
  
DASD range (e.g. 200-203,205 or ? for help). Default is autoprobing: 
eb1c 
Activated DASDs: 
0.0.eb1c(ECKD) dasda : active, blocksize: 4096, 1803060 blocks, 7043 MB

Importante

Il programma di installazione ha bisogno di un DASD. Per una installazione solo-SCSI, inserire none. Ciò soddisferà i requisiti per un parametro DASD definito, ma avrà come risultato un solo ambiente SCSI.
Se fate un errore il dialogo rileverà tale errore e vi chiederà di inserire nuovamente il parametro, oppure sarà possibile tornare sull'errore in un secondo momento riaprendo il dialogo:
 Incorrect ... (<OPTION-NAME>): 
0) redo this parameter, 1) continue, 2) restart dialog, 3) halt, 4) shell
Quando riavviate il dialogo esso ricorderà il parametro precedentemente inserito:
 Network type 
0) default is previous "qeth", 1) new value, ?) help
Alla fine del processo di configurazione sarà visaulizzato il messaggio Configurazione iniziale completata:
 Initial configuration completed. 
  
c) continue, p) parm file/configuration, n) network state, r) restart, s) shell
Sarà ora possibile controllare la configurazione della rete inserendo n:
 n 
eth0 Link encap:Ethernet HWaddr 02:00:00:AB:C9:81 
 inet addr:10.0.0.42 Bcast:10.0.0.255 Mask:255.255.255.0 
 UP BROADCAST RUNNING MULTICAST MTU:1492 Metric:1 
 RX packets:64 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0 
 TX packets:4 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0 
 collisions:0 txqueuelen:1000 
 RX bytes:3334 (3.2 KiB) TX bytes:336 (336.0 b) 
  
lo Link encap:Local Loopback 
 inet addr:127.0.0.1 Mask:255.0.0.0 
 UP LOOPBACK RUNNING MTU:16436 Metric:1 
 RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0 
 TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0 
 collisions:0 txqueuelen:0 
 RX bytes:0 (0.0 b) TX bytes:0 (0.0 b) 
  
Kernel IP routing table 
Destination Gateway Genmask Flags Metric Ref Use Iface 
127.0.0.1 0.0.0.0 255.255.255.255 UH 0 0 0 lo 
10.0.0.0 0.0.0.0 255.255.255.0 U 0 0 0 eth0 
0.0.0.0 10.0.0.1 0.0.0.0 UG 0 0 0 eth0 
  
c) continue, p) parm file/configuration, n) network state, r) restart, s) shell
Se desiderate modificare qualcosa inserire r per riavviare il dialogo. Per mostrare i parametri come specificati all'interno di un file di parametro o di configurazione o in modo interattivo, inserire p. Successivamente sarà possibile copiare l'output dal terminale ed incollarlo in un editor per salvarlo sul disco della workstation locale. È possibile usare la copia come template per un file di configurazione o di parametro per installazioni future:
 p 
  
NETTYPE=qeth 
IPADDR=10.0.0.42 
NETMASK=255.255.255.0 
GATEWAY=10.0.0.1 
HOSTNAME=host.subdomain.domain 
SUBCHANNELS=0.0.f5f0,0.0.f5f1,0.0.f5f2 
LAYER2=1 
MACADDR=02:00:00:AB:C9:81 
PORTNAME=OSAPORT 
DNS=10.1.2.3:10.3.2.1 
SEARCHDNS=subdomain.domain:domain 
DASD=eb1c
 
c) continue, p) parm file/configuration, n) network state, r) restart, s) shell
Ed ancora, per modificare qualcosa riavviare il dialogo con r. Per finire, se tutto è in ordine, inserire c per continuare:
 c 
  
Starting sshd to allow login over the network. 
  
Connect now to 10.0.0.42 and log in as user 'install' to start the 
installation. 
E.g. using: ssh -x install@10.0.0.42 
For VNC or text mode, disable X11 forwarding (recommended) with 'ssh -x'. 
For X11, enable X11 forwarding with 'ssh -X'. 
  
You may log in as the root user to start an interactive shell.
L'impostazione di rete preliminare è ora completa ed il programma d'nstallazione avvierà un demone SSH. Sarà possibile eseguire un log in all'interno dell'istanza di Linux tramite SSH. Se state usando RUNKS=1con kickstart e la modalità cmdline, linuxrc avvierà automaticamente il loader.

21.1. Una nota sui terminali

Durante l'installazione il programma mostrerà i messaggi su di un terminale in modalità testo. Questo rappresenta un applet Operating System Messages HMC se eseguite una installazione con LPAR o un terminale 3270 se eseguite una installazione con z/VM.
Linuxrc fornisce una shell di ripristino sul termianale a linea di comando. Premere il tasto Invio (due volte per z/VM) per avviare la shell. Non sarà possibile utilizzare applicazioni a schermo completo come ad esempio l'editor vi su di un terminale a linea di comando. Smistatevi su editor basati a linea di comando come ad esempio ed, ex, o sed per modificare i file di testo se necessario.
Attenzione poichè con alcuni comandi molto lunghi non sarà possibile la loro interruzione con la sequenza Ctrl+C. Usare i comandi con opzioni attraverso le quali sarà possibile un riporto a capo volontario. La shell sul terminale 3270 è disponibile durante l'intera installazione fino a quando sarà necessario riavviare il sistema.
Una volta fornita una shell sarà possibile uscire con un livello zero di errore per ottenere una nuova istanza della shell che sostituisce quella vecchia, oppure sarà possibile uscire con un livello di errore diverso da zero per forzare lo spegnimento del sistema di installazione.
Eseguite un collegamento al sistema installato usando root per ottenere una shell root senza avviare automaticamente il programma di installazione. Per la determinazione dei problemi eseguire un collegamento con numerose sessioni ssh.