Capitolo 7. Avvio del programma di installazione

Importante

Red Hat Enterprise Linux 6 non supporta UEFI per sistemi x86 a 32-bit.

Importante

Da notare che le configurazioni d'avvio di UEFI e BIOS differiscono in modo significativo. Per questo motivo il sistema installato deve essere avviato usando lo stesso firmware usato durante l'installazione. Non sarà possibile installare il sistema operativo su di un sistema che utilizza il BIOS per poi avviare questa installazione su di un sistema che utilziza UEFI.
Red Hat Enterprise Linux 6 supporta la versione 2.2 delle specifiche UEFI. Hardware che supportano la versione 2.3 delle specifiche UEFI o più recenti, possono essere avviati ed operare con Red Hat Enterprise Linux 6, ma le funzionalità aggiuntive definite dalle specifiche non saranno disponibili. Le specifiche UEFI sono disponibili su http://www.uefi.org/specs/agreement/
Per iniziare il programma di installazioenne da un DVD di Red Hat Enterprise Linux o da un dispositivo d'avvio minimo seguire la seguente procedura:
  1. Scollegare qualsiasi FireWire o dischi USB esterni non necessari per l'installazione. Consultare la Sezione 3.3.3, «Dischi USB e FireWire» per maggiori informazioni.
  2. Accendere il proprio computer.
  3. Inserire il dispositivo nel computer.
  4. Spegnere il computer con il dispositivo nel suo interno.
  5. Accendere il proprio computer.
Potrebbe essere necessario selezionare un pulsante specifico o una combinazione di pulsanti per eseguire l'avvio tramite dispositivo. Sulla maggior parte dei computer verrà visualizzato sulla schermata un breve messaggio subito dopo aver acceso il computer. Questo messaggio sarà simile al seguente Press F10 to select boot device, anche se le parole esatte ed il tasto da premere variano da computer a computer. Consultare la documentazione del computer o della scheda madre, o contattate il supporto del rivenditore o produttore hardware.
Se il computer non permette di selezionare un dispositivo d'avvio allora potrà essere necessario configurare il Basic Input/Output System (BIOS) del sistema per l'avvio da un dispositivo.
Per modificare le impostazioni del BIOS su di un sistema x86, AMD64, o Intel 64 consultare le istruzioni fornite sulla schermata durante l'avvio del computer. Apparirà una riga di testo la quale indicherà il tasto da premere per inserire le impostazioni del BIOS.
Una volta inserite le impostazioni del BIOS, andare alla ricerca della sezione dove sarà possibile modificare la sequenza d'avvio. L'impostazione predefinita sarà spesso C, A o A, C (a seconda se il processo d'avvio viene eseguito dal disco fisso [C] o dall'unità floppy disk [A]). Modificare questa sequenza in modo che il DVD sia il primo dispositivo all'interno della sequenza d'avvio e C o A (in base all'impostazione predefinita di un processo d'avvio tipico) sia il secondo. Tale impostazione indica al computer di cercare prima nell'unità DVD, in caso di ricerca negativa esso andrà alla ricerca di un dispositivo d'avvio all'interno del disco fisso o dell'unità floppy disk.
Salvare i cambiamenti prima di uscire dal BIOS. Per maggiori informazioni, fare riferimento alla documentazione fornita con il sistema.

Nota

Per interrompere l'installazione premere Ctrl +Alt+Del o spegnere il computer tramite l'interruttore. È possibile interrompere il processo di installazione senza alcuna conseguenza in qualsiasi momento prima di selezionare Salva le modifiche sul disco sulla schermata Salva il partizionamento sul disco. Fino a quel punto Red Hat Enterprise Linux non esegue alcuna modifica permanente al computer. Si ricorda che arrestando l'installazione dopo l'inizio del partizionamento il computer potrebbe non essere più utilizzabile.

7.1. Avvio del programma di installazione

Importante

Red Hat Enterprise Linux 6 non supporta UEFI per sistemi x86 a 32-bit.

Importante

Da notare che le configurazioni d'avvio di UEFI e BIOS differiscono in modo significativo. Per questo motivo il sistema installato deve essere avviato usando lo stesso firmware usato durante l'installazione. Non sarà possibile installare il sistema operativo su di un sistema che utilizza il BIOS per poi avviare questa installazione su di un sistema che utilziza UEFI.
Red Hat Enterprise Linux 6 supporta la versione 2.2 delle specifiche UEFI. Hardware che supportano la versione 2.3 delle specifiche UEFI o più recenti, possono essere avviati ed operare con Red Hat Enterprise Linux 6, ma le funzionalità aggiuntive definite dalle specifiche non saranno disponibili. Le specifiche UEFI sono disponibili su http://www.uefi.org/specs/agreement/
Per iniziare assicurarsi che tutte le risorse per l'installazione siano disponibili. Se avete già consultato il Capitolo 3, Pianificazione per una installazione sull'architettura x86 e seguito le istruzioni, allora dovreste essere pronti ad iniziare il processo di installazione. Se siete pronti avviate il programma di installazione usando il DVD di Red Hat Enterprise Linux o qualsiasi altro dispositivo da voi creato.

Nota

In alcuni casi alcuni componenti hardware richiedono un aggiornamento driver durante l'installazione. Un aggiornamento driver fornisce il supporto ad un hardware che senza di esso non verrebbe supportato dal programma d'installazione. Fare riferimento al Capitolo 6, Aggiornamento dei driver durante l'installazione su sistemi Intel e AMD. per maggiori informazioni.

7.1.1. Avvio del programma di installazione sui sistemi x86, AMD64, e Intel 64

E' possibile avviare il programma di installazione usando uno dei seguenti dispositivi (in base al tipo di supporto fornito dal sistema):
  • Red Hat Enterprise Linux DVD — La macchina supporta una unità DVD avviabile e siete in possesso del DVD di installazione di Red Hat Enterprise Linux.
  • Avvio CD-ROM — La macchina supporta una unità CD-ROM avviabile e si desidera eseguire una installazione di rete o da disco fisso.
  • Unità USB flash — La vostra macchina supporta l'avvio da una unità USB.
  • Avvio PXE tramite la rete — La macchina supporta un processo d'avvio eseguito via rete. Questo è un percorso d'installazione avanzato. Consultare Capitolo 30, Come impostare un server di installazione per informazioni aggiuntive su questo metodo.
Per creare un CD-ROM o preparare una unità USB flash per l'avvio o installazione, consultate Sezione 2.2, «Creazione di un dispositivo d'avvio minimo».
Inserire il dispositivo di avvio e riavviare il sistema.
Potrebbe essere necessario selezionare un pulsante specifico o una combinazione di pulsanti per eseguire l'avvio tramite dispositivo. Sulla maggior parte dei computer verrà visualizzato sulla schermata un breve messaggio subito dopo aver acceso il computer. Questo messaggio sarà simile al seguente Press F10 to select boot device, anche se le parole esatte ed il tasto da premere variano da computer a computer. Consultare la documentazione del computer o della scheda madre, o contattate il supporto del rivenditore o produttore hardware.
Se il computer non permette di selezionare un dispositivo d'avvio allora potrà essere necessario configurare il Basic Input/Output System (BIOS) del sistema per l'avvio da un dispositivo.
Per modificare le impostazioni del BIOS su di un sistema x86, AMD64, o Intel 64 consultare le istruzioni fornite sulla schermata durante l'avvio del computer. Apparirà una riga di testo la quale indicherà il tasto da premere per inserire le impostazioni del BIOS.
Una volta inserite le impostazioni del BIOS, andare alla ricerca della sezione dove sarà possibile modificare la sequenza d'avvio. L'impostazione predefinita sarà spesso C, A o A, C (a seconda se il processo d'avvio viene eseguito dal disco fisso [C] o dall'unità floppy disk [A]). Modificare questa sequenza in modo che il DVD sia il primo dispositivo all'interno della sequenza d'avvio e C o A (in base all'impostazione predefinita di un processo d'avvio tipico) sia il secondo. Tale impostazione indica al computer di cercare prima nell'unità DVD, in caso di ricerca negativa esso andrà alla ricerca di un dispositivo d'avvio all'interno del disco fisso o dell'unità floppy disk.
Salvare i cambiamenti prima di uscire dal BIOS. Per maggiori informazioni, fare riferimento alla documentazione fornita con il sistema.
Dopo un breve ritardo apparirà la schermata grafica di avvio con le informazioni su una varietà di opzioni d'avvio. Il programma di installazione inizierà automaticamente se l'utente non esegue alcuna azione durante il primo minuto. Per una descrizione delle opzioni disponibili su questa schermata consultare Sezione 7.1.2, «Il menu d'avvio».
Alternativamente premere Esc per accedere al prompt boot: nel quale sarà possibile inserire le opzioni d'avvio come descritto in Sezione 7.1.3, «Opzioni di avvio aggiuntive».

7.1.2. Il menu d'avvio

Il dispositivo d'avvio mostra un menu d'avvio grafico con varie opzioni. Se nessun tasto viene selezionato entro 60 secondi, verrà eseguita l'opzione d'avvio predefinita. Per scegliere l'impostazione predefinita attendere la scadenza del timer o premere Invio. Per selezionare una opzione diversa da quella predefinita usare i tasti freccetta sulla tastiera e premere Invio quando l'opzione corretta è evidenziata. Se desiderate personalizzare le opzioni d'avvio per una opzione in particolare, premere il tasto Tab. Per accedere al prompt boot: nel quale sarà possibile specificare le opzioni d'avvio personalizzate premere il tasto Esc e consultare Sezione 7.1.3, «Opzioni di avvio aggiuntive».
La schermata d'avvio

Figura 7.1. La schermata d'avvio

Per un elenco ed una spiegazione delle opzioni d'avvio comuni consultare Capitolo 28, Opzioni d'avvio.
Le opzioni del menu d'avvio sono:
Installazione o aggiornamento di un sistema esistente
Questa opzione è l'impostazione predefinita. Selezionare questa opzione per installare Red Hat Enterprise Linux sul computer usando il programma d'installazione grafico.
Installare il sistema con un driver video di base
Questa opzione permette all'utente di installare Red Hat Enterprise Linux in modalità grafica anche se il programma d'installazione non è in grado di caricare il driver corretto per la scheda video. Se la schermata appare distorta o vuota durante l'utilizzo dell'opzione Installa o aggiorna un sistema esistente riavviare il computer e provare questa opzione.
Ripristino del sistema installato
Selezionare questa opzione per correggere un problema con il sistema Red Hat Enterprise Linux installato il quale impedisce l'avvio normale. Anche se Red Hat Enterprise Linux è una piattaforma molto stabile, è ancora possibile il verificarsi di problemi occasionali che impediscono il normale processo d'avvio. L'ambiente di ripristino contiene i programmi in grado di correggere la grande maggioranza di questi problemi.
Avvio dal driver locale
Questa opzione avvia il sistema dal primo disco installato. Se avete avviato accidentalmente il suddetto disco usare questa opzione per eseguire un avvio dal disco fisso senza avviare il programma d'installazione.

7.1.3. Opzioni di avvio aggiuntive

Anche se è più semplice eseguire una procedura d'avvio usando un DVD seguendo una installazione grafica, talvolta si possono verificare alcuni scenari dove sarà necessario eseguire un avvio diverso. Questa sezione riporta le opzioni d'avvio per Red Hat Enterprise Linux.
Per passare le opzioni ad un sistema x86, AMD64 o Intel 64, premere il tasto Esc al momento dell'avvio. A questo punto apparirà il prompt boot: nel quale sarà possibile usare le opzioni del boot loader di seguito descritte.

Nota

Consultare il Capitolo 28, Opzioni d'avvio per le opzioni di avvio aggiuntive non affrontate da questa sezione.
  • Per eseguire una installazione in modalità testo digitare quanto segue al prompt d'avvio d'installazione:
    linux text
  • Per specificare un sorgente di installazione usare l'opzione linux repo=. Per esempio:
    linux repo=cdrom:device
    linux repo=ftp://username:password@URL
    linux repo=http://URL
    linux repo=hd:device
    linux repo=nfs:options:server:/path
    linux repo=nfsiso:options:server:/path
    In questi esempi, cdrom si riferisce ad una unità CD o DVD, ftp si riferisce ad una posizione accessibile da FTP, http si riferisce ad una posizione accessibile da HTTP, hd ad un file immagine ISO accessibile da una partizione del disco fisso, nfs si riferisce ad un albero esteso dei file di installazione accessibili da NFS e nfsiso ad un file immagine ISO accessibile da NFS.
  • Le immagini ISO presentano un checksum SHA256 integrato. Per eseguire un test dell'integrità del checksum di una immagine ISO al prompt d'avvio per l'installazione inserire:
    linux mediacheck
    Il programma di installazione richiederà l'inserimento di un DVD o la selezione di una immagine ISO da testare, selezionare OK per eseguire il checksum. Questa operazione può essere eseguita su qualsiasi DVD di Red Hat Enterprise Linux. È fortemente consigliato eseguire questa operazione su qualsiasi DVD di Red Hat Enterprise Linux creato dal download delle immagini ISO. Questo comando funziona con il DVD, ISO del disco fisso, e con ISO NFS.
  • Se è necessario eseguire una installazione in modalità seriale, digitare il seguente comando:
    linux console=<device>
    Per una installazione in modalità testo, usare:
    linux text console=<device>
    Nel precedente comando, <device> dovrebbe essere il dispositivo che si stà usando (come ttyS0 o ttyS1). Per esempio, linux text console=ttyS0.
    Nelle installazioni in modalità testo l'utilizzo di un terminale seriale funziona meglio quando il terminale supporta UTF-8. Sotto Linux e UNIX, Kermit supporta UTF-8. Per Windows, Kermit 95 funziona bene. I terminali senza UTF-8 funzionano fintanto che si usa solo la lingua Inglese durante il processo di installazione. È possibile usare un display seriale migliorato fornendo il comando utf8 come opzione al momento dell'avvio del programma di installazione. Per esempio:
    linux console=ttyS0 utf8

7.1.3.1. Opzioni del kernel

È possibile anche passare le opzioni al kernel. Per esempio, per fornire gli aggiornamenti per il programma di installazione anaconda da un dispositivo di storage USB, inserire:
linux updates
Per una installazione in modalità testo, usare:
linux text updates
Tale comando risulterà in un prompt per il percorso al dispositivo il quale contiene gli aggiornamenti per anaconda. Esso non sarà necessario se eseguite una installazione di rete e se avete posizionato i contenuti degli aggiornamenti in rhupdates/ sul server.
Dopo aver inserito delle opzioni, premere Invio per avviare utilizzando queste opzioni.
Se è necessario specificare opzioni di avvio per identificare l'hardware, si prega di scriverle in basso. Le opzioni di avvio sono necessarie durante parte della configurazione del bootloader dell'installazione (per maggiori informazioni fare riferimento alla Sezione 9.17, «Configurazione del boot loader per x86, AMD64, e Intel 64»).
Per maggiori informazioni sulle opzioni del kernel consultare Capitolo 28, Opzioni d'avvio.