Appendice F. Processo di avvio, init e spegnimento

Un importantissimo aspetto di Red Hat Enterprise Linux è il metodo aperto e configurabile da parte dell'utente, utilizzato per avviare il sistema operativo. Gli utenti sono liberi di configurare diversi aspetti relativi al processo d'avvio, incluso la possibilità di specificare i programmi lanciati al momento dell'avvio. In modo simile, lo spegnimento del sistema termina i processi interessati in modo corretto, organizzato e configurabile, anche se la personalizzazione di tale processo è richiesta raramente.
La comprensione del funzionamento dei processi di avvio e di arresto non solo consente di effettuare una personalizzazione ma aiuta a trovare una soluzione ai problemi legati all'avvio o allo spegnimento del sistema.

F.1. Il processo di avvio

Di seguito sono riportate le fasi di base del processo di avvio:
  1. Il sistema carica ed esegue un boot loader. Le specifiche di questo processo dipendono dall'architettura del sistema. Per esempio:
    • I sistemi x86 basati sul BIOS eseguono un first stage boot loader dall'MBR del disco fisso primario, che a sua volta carica un boot loader aggiuntivo, GRUB.
    • I sistemi x86 basati su UEFI montano una partizione del sistema EFI la quale contiene una versione del boot loader GRUB. L'EFI boot manager carica ed esegue GRUB come una applicazione EFI.
    • I sistemi POWER montano una partizione PPC PReP contenente il boot loader Yaboot. Il boot manager System Management Services (SMS) carica ed esegue yaboot.
    • IBM System z esegue il boot loader z/IPL da un DASD o dispositivo collegato con FCP, specificato al momento dell'esecuzione dell'IPL della partizione contenente Red Hat Enterprise Linux.
  2. Il boot loader carica il kernel in memoria, che a suo turno carica tutti i moduli necessari e monta la partizione root di sola lettura.
  3. Il kernel trasferisce il controllo del processo di avvio al programma /sbin/init.
  4. Il programma /sbin/init carica tutti i servizi ed i tool dello spazio utente e monta tutte le partizioni elencate in /etc/fstab.
  5. All'utente viene presentata una schermata di login per il sistema Linux appena installato.
Poichè la configurazione del processo di avvio è più comune della personalizzazione del processo di arresto, la parte restante di questo capitolo presenterà in modo dettagliato il funzionamento del processo di avvio e come può essere personalizzato in base alle proprie esigenze.