Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

2.4. Dispositivi multipath nei volumi logici

Dopo la creazione dei dispositivi multipath sarà possibile utilizzare i nomi del dispositivo multipath in modo simile al nome del dispositivo fisico usato durante la creazione di un volume fisico LVM. Per esempio, se /dev/mapper/mpatha è il nome di un dispositivo multipath, il seguente comando contrassegna /dev/mapper/mpatha come un volume fisico.
pvcreate /dev/mapper/mpatha
Durante la creazione di un gruppo di volumi LVM sarà possibile utilizzare il dispositivo fisico LVM risultante, in modo simile all'utilizzo di qualsiasi dispositivo fisico LVM.

Nota

Se desiderate creare un volume fisico LVM su di un intero dispositivo sul quale avete configurato le partizioni il comando pvcreate fallirà. Da notare che i programmi di installazione Anaconda e Kickstart creano tabelle di partizione vuote se non specificate il contrario per ogni dispositivo a blocchi. Se desiderate usare l'intero dispositivo e non una partizione sarà necessario rimuovere le partizioni esistenti dal dispositivo. Rimuovere le partizioni con i comandi kpartx -d e fdisk. Se il sistema presenta dispositivi a blocchi maggiori di 2TB, per rimuovere le partizioni sarà possibile usare il comando parted.
Quando create un volume logico LVM il quale utilizza degli array multipath attivi/passivi come dispositivi fisici, sarà necessario includere i filtri all'interno di lvm.conf in modo da escludere i dischi che costituiscono i dispositivi multipath. Questo comportamento si verifica poichè se l'array modifica automaticamente il percorso attivo in passivo una volta ricevuto un segnale I/O, multipath eseguirà un failover ed un failback ogni qualvolta LVM esegue una scansione del percorso passivo se i dispositivi non sono filtrati. Per array attivi/passivi che richiedono un comando per modificare un percorso da passivo ad attivo, LVM stampa un messaggio di avvertimento al verificarsi di tale evento.
Per filtrare tutti i dispositivi SCSI nel file di configurazione LVM (lvm.conf), includere il seguente filtro nella sezione devices del file.
filter = [ "r/block/", "r/disk/", "r/sd.*/", "a/.*/" ]