Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

Capitolo 3. Come impostare un DM-Multipath

Questo capitolo riporta gli esempi passo-dopo-passo per la configurazione di DM-Multipath. Al suo interno sono contenute le seguenti procedure:
  • Come impostare un DM-Multipath di base
  • Ignorare i dischi locali
  • Come aggiungere più dispositivi al file di configurazione
  • Avvio multipath nel file system initramfs

3.1. Come impostare un DM-Multipath

Prima d'impostare DM-Multipath sul vostro sistema, assicuratevi che il sistema stesso sia stato aggiornato ed includa il pacchetto device-mapper-multipath.
Impostare multipath con l'utilità mpathconf la quale crea il file di configurazione di multipath /etc/multipath.conf.
  • Se il file /etc/multipath.conf è già esistente l'utilità mpathconf lo modificherà.
  • Se il file /etc/multipath.conf non esiste, l'utilità mpathconf userà il file /usr/share/doc/device-mapper-multipath-0.4.9/multipath.conf come file di inizio.
  • Se il file /usr/share/doc/device-mapper-multipath-0.4.9/multipath.conf non esiste l'utilità mpathconf creerà un nuovo file /etc/multipath.conf.
Se non è necessario modificare il file /etc/multipath.conf sarà possibile impostare DM-Multipath per una configurazione di failover di base eseguendo il seguente comando. Questo comando abilita il file di configurazione di multipath ed avvia il demone multipathd.
# mpathconf --enable --with_multipathd y
Se sarà necessario modificare il file /etc/multipath.conf prima di avviare il demone multipathd usare la seguente procedura per impostare DM-Multipath per una configurazione di failover di base.
  1. Eseguire il comando mpathconf con l'opzione --enable:
    # mpathconf --enable
    Per informazioni sulle opzioni aggiuntive del comando mpathconf consultare la pagina man mpathconf o eseguire il comando mpathconf con l'opzione --help.
    # mpathconf --help
    usage: /sbin/mpathconf <command>
    
    Commands:
    Enable: --enable 
    Disable: --disable
    Set user_friendly_names (Default n): --user_friendly_names <y|n>
    Set find_multipaths (Default n): --find_multipaths <y|n> 
    Load the dm-multipath modules on enable (Default y): --with_module  <y|n>
    start/stop/reload multipathd (Default n): --with_multipathd  <y|n>
    chkconfig on/off multipathd (Default y): --with_chkconfig  <y|n>
    
  2. Modificare il file /etc/multipath.conf se necessario. Le impostazioni predefinite per DM-Multipath sono compilate nel sistema e non necessitano di alcuna impostazione esplicita nel file /etc/multipath.conf.
    Il valore predefinito di path_grouping_policy è impostato su failover, quindi in questo esempio non sarà necessario modificare il file /etc/multipath.conf. Per informazioni su come modificare i valori all'interno del file di configurazione in valori diversi da quelli predefiniti, consultate il Capitolo 4, Il file di configurazione di DM-Multipath.
    La sezione predefinita iniziale del file di configurazione indica al sistema che i nomi dei dispositivi multipath devono avere il seguente formato mpathn; senza la suddetta impostazione verrà eseguito l'alias dei nomi dei dispositivi multipath con il WWID del dispositivo.
  3. Se necessario, salvare il file di configurazione ed uscire dall'editor.
  4. Eseguite il seguente comando:
    # service multipathd start
Poichè il valore user_friendly_name è impostato all'interno del file di configurazione su yes, i dispositivi multipath verranno creati come /dev/mapper/mpathn. Per informazioni su come impostare il nome del dispositivo su di un alias da voi desiderato, consultate il Capitolo 4, Il file di configurazione di DM-Multipath.
Se non desiderate usare nomi user friendly eseguite il comando qui riportato:
# mpathconf --enable --user_friendly_names n

Nota

Se desiderate modificare il file di configurazione di multipath dopo aver avviato il demone multipath, eseguire il comando service multipathd reload per implementare le modifiche.