Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

1.2. Panoramica sul DM-Multipath

Il DM-Multipath può essere utilizzato per fornire:
  • Ridondanza
    DM-Multipath permette il verificarsi di un failover in una configurazione attiva/passiva. In una configurazione attiva/passiva solo metà dei percorsi vengono usati in qualsiasi momento per I/O. Se un elemento di un percorso I/O (il cavo, l'interruttore o il controllore) fallisce, DM-Multipath si smista su di un percorso alternativo.
  • Migliori prestazioni
    DM-Multipat può essere configurato in modalità attiva/attiva, dove I/O viene suddiviso tra i percorsi seguendo un ordine round-robin. In alcune configurazioni, DM-Multipath è in grado di rilevare il caricamento sui percorsi I/O e bilanciare dinamicamente il carico.
Figura 1.1, «Configurazione multipath attiva/passiva con un dispositivo RAID» mostra una configurazione attiva/passiva con due percorsi I/O dal server al dispositivo RAID. Sono presenti 2 HBA sul server, 2 interruttori SAN e 2 controllori RAID.
Configurazione multipath attiva/passiva con un dispositivo RAID

Figura 1.1. Configurazione multipath attiva/passiva con un dispositivo RAID

In questa configurazione è presente un percorso I/O che attraversa hba1, SAN1, ed il controllore 1, ed un secondo percorso I/O che attraversa hba2, SAN2, ed il controllore 2. Sono altresì presenti potenziali punti critici:
  • errore HBA
  • Errore cavo FC
  • Errore interruttore SAN
  • Errore porta controllore dell'array
Una volta configurato DM-Multipath, un errore in qualsiasi dei suddetti punti critici causerà lo smistamento di DM-Multipath su di un percorso I/O alternativo.
Figura 1.2, «Configurazione multipath attiva/passiva con due dispositivi RAID» mostra una configurazione attiva/passiva complessa con 2 HBA sul server, 2 interruttori SAN e 2 dispositivi RAID con 2 controllori RAID ciascuno.
Configurazione multipath attiva/passiva con due dispositivi RAID

Figura 1.2. Configurazione multipath attiva/passiva con due dispositivi RAID

Come per l'esempio mostrato in Figura 1.2, «Configurazione multipath attiva/passiva con due dispositivi RAID», sono presenti due percorsi I/O per ogni dispositivo RAID (proprio come riportato nell'esempio in Figura 1.1, «Configurazione multipath attiva/passiva con un dispositivo RAID»). Una volta configurato DM-Multipath, un errore in qualsiasi punto del percorso I/O ad uno dei dispositivi RAID causerà lo smistamento da parte di DM-Multipath su di un percorso I/O alternativo per quel dispositivo.
Figura 1.3, «Configurazione multipath attiva/attiva con un dispositivo RAID» mostra una configurazione attiva/attiva con 2 HBA sul server, 1 interruttore SAN e 2 controllori RAID. Sono presenti quattro percorsi I/O dal server al dispositivo di storage:
  • da hba1 al controllere 1
  • da hba1 al controllere 2
  • da hba2 al controllere 1
  • da hba2 al controllere 2
In questa configurazione l'I/O può essere suddiviso tra i quattro percorsi.
Configurazione multipath attiva/attiva con un dispositivo RAID

Figura 1.3. Configurazione multipath attiva/attiva con un dispositivo RAID