Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

Capitolo 4. Il file di configurazione di DM-Multipath

Per default DM-Multipath fornisce i valori di configurazione per gli utilizzi più comuni di multipath. In aggiunta, DM-Multipath include il supporto per gli storage array più comuni che supportano DM-Multipath. I valori di configurazione predefiniti ed i dispositivi supportati sono disponibili all'interno del file /usr/share/doc/device-mapper-multipath-0.4.9/multipath.conf.defaults.
Per annullare i valori di configurazione predefiniti di DM-Multipath modificare il file di configurazione /etc/multipath.conf. Se necessario aggiungere un array di storage al file di configurazione non supportato per impostazione predefinita.

Nota

È possibile eseguire l'impostazione di multipath nel file system initramfs. Se eseguite multipath dal file system initramfs ed apportate qualsiasi modifica ai file di configurazione, per implementare le suddette modifiche sarà necessario ricompilare il file system initramfs. Per informazioni sulla compilazione di initramfs con multipath consultare Sezione 3.4, «Impostazione multipath nel file system initramfs».
Questo capitolo fornisce le informazioni sul processo di analisi e modifica del file multipath.conf. Esso include alcune sezioni sui seguenti argomenti:
  • File di configurazione - Panoramica
  • File di configurazione - Blacklist
  • File di configurazione - Default
  • File di configurazione - multipath
  • File di configurazione - Dispositivi
Nel file di configurazione di multipath dovrete specificare solo le sezioni necessarie per la vostra configurazione, o se desiderate modificare i valori predefiniti specificati nel file multipath.conf.defaults. Se sono presenti alcune sezioni del file non rilevanti al vostro ambiente, o per i quali non desiderate sovrascrivere i valori predefiniti, lasciateli decommentati, come riportato nel file iniziale.
Il file di configurazione permette una sintassi regolare della descrizione.
Una versione del file di configurazione è disponibile in /usr/share/doc/device-mapper-multipath-0.4.9/multipath.conf.annotated.

4.1. Panoramica sul file di configurazione

Il file di configurazione di multipath è suddiviso nelle seguenti sezioni:
blacklist
Elenco di dispositivi specifici che non verranno considerati per multipath.
blacklist_exceptions
Elenca i candidati di multipath che altrimenti verrebbero inseriti all'interno della blacklist in base ai parametri della sezione relativa.
defaults
Impostazioni predefinite generali per DM-Multipath.
multipaths
Impostazioni per le caratteristiche dei dispositivi multipath individuali. Questi valori sovrascrivono i valori specificati nelle sezioni defaults e dispositivi del file di configurazione.
devices
Impostazioni per i controllori dello storage individuali. Questi valori sovrascrivono i valori specificati nella sezione defaults del file di configurazione. Se state usando uno storage array non supportato per default, sarà necessario creare una sottosezione devices per il vostro array.
Quando il sistema determina gli attributi di un dispositivo multipath, esso controlla prima le impostazioni di multipath, successivamente le impostazioni di ogni dispositivo, e poi i valori predefiniti del sistema multipath.