Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

5.7.2. Configurazione di un dispositivo singolo di fencing basato sullo storage per un nodo

Quando si utilizzano i metodi di fencing di tipo non-power (cioè fencing SAN/storage) per isolare un nodo, sarà necessario configurare unfencing per il dispositivo usato per il processo di isolamento. Tale operazione assicura che il nodo isolato non venga riabilitato fino a quando non sarà riavviato. Durante la configurazione di unfencing di un nodo specificare un dispositivo speculare al dispositivo di fencing corrispondente da voi configurato, con l'aggiunta delle azioni on o enable.
Per maggiori informazioni su come riabilitare un nodo dopo il suo isolamento consultare la pagina man di fence_node(8).
Utilizzare la seguente procedura per configurare un nodo con un dispositivo di fencing singolo basato sullo storage il quale utilizza un dispositivo chiamato sanswitch1 il quale a sua volta usa un agente fence_sanbox2.
  1. Aggiungere un metodo di fencing per il nodo e specificare un nome.
    ccs -h host --addmethod method node
    Per esempio per configurare un metodo di fencing chiamato SAN per il nodo node-01.example.com nel file di configurazione sul nodo del cluster node-01.example.com, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addmethod SAN  node01.example.com
    
  2. Aggiungere una istanza per il metodo. È necessario specificare il dispositivo di fencing da usare per il nodo, il nodo sul quale viene applicata questa istanza, il nome del metodo e qualsiasi opzione specifica al nodo:
    ccs -h host --addfenceinst fencedevicename node method [options]
    
    Per configurare una istanza di fencing nel file di configurazione sul nodo node-01.example.com del cluster il quale utilizza la porta 11 dell'interruttore SAN sul dispositivo chiamato sanswitch1 per isolare il nodo node-01.example.com usando il metodo SAN, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addfenceinst sanswitch1 node01.example.com SAN port=11
    
  3. Per configurare unfence per il dispositivo di fencing basato sullo storage su questo nodo eseguire il seguente comando:
    ccs -h host --addunfence fencedevicename node action=on|off
    
Aggiungere un metodo di fencing per ogni nodo del cluster. I seguenti comandi configurano un metodo di fencing per ogni nodo con il metodo SAN. Il dispositivo per il metodo di fencing specifica sanswitch come il nome del dispositivo, il quale rappresenta un dispositivo precedentemente configurato con l'opzione --addfencedev come descritto in Sezione 5.5, «Configurazione dei dispositivi di fencing». Ogni nodo è configurato con un numero di porta fisica SAN unico: Il numero di porta per node-01.example.com è 11, per node-02.example.com è 12, e per node-03.example.com è 13.
ccs -h node01.example.com --addmethod SAN node01.example.com
ccs -h node01.example.com --addmethod SAN node02.example.com
ccs -h node01.example.com --addmethod SAN node03.example.com
ccs -h node01.example.com --addfenceinst sanswitch1 node01.example.com SAN port=11
ccs -h node01.example.com --addfenceinst sanswitch1 node02.example.com SAN port=12
ccs -h node01.example.com --addfenceinst sanswitch1 node03.example.com SAN port=13
ccs -h node01.example.com --addunfence sanswitch1 node01.example.com port=11 action=on
ccs -h node01.example.com --addunfence sanswitch1 node02.example.com port=12 action=on
ccs -h node01.example.com --addunfence sanswitch1 node03.example.com port=13 action=on
Esempio 5.3, «cluster.conf dopo l'aggiunta dei metodi di fencing basati sullo storage» mostra un file di configurazione cluster.conf dopo aver aggiunto i metodi e le istanze di fencing ed unfencing per ogni nodo presente nel cluster.

Esempio 5.3. cluster.conf dopo l'aggiunta dei metodi di fencing basati sullo storage


<cluster name="mycluster" config_version="3">
   <clusternodes>
     <clusternode name="node-01.example.com" nodeid="1">
         <fence>
            <method name="SAN">
	      <device name="sanswitch1" port="11"/>
             </method>
         </fence>
         <unfence>
             <device name="sanswitch1" port="11" action="on"/> 
         </unfence>
     </clusternode>
     <clusternode name="node-02.example.com" nodeid="2">
         <fence>
            <method name="SAN">
	      <device name="sanswitch1" port="12"/>
             </method>
         </fence>
         <unfence>
             <device name="sanswitch1" port="12" action="on"/> 
         </unfence>
     </clusternode>
     <clusternode name="node-03.example.com" nodeid="3">
         <fence>
            <method name="SAN">
	      <device name="sanswitch1" port="13"/>
             </method>
         </fence>
         <unfence>
             <device name="sanswitch1" port="13" action="on"/> 
         </unfence>
     </clusternode>
   </clusternodes>
   <fencedevices>
        <fencedevice agent="fence_sanbox2" ipaddr="san_ip_example"
login="login_example" name="sanswitch1" passwd="password_example"/>
   </fencedevices>
   <rm>
   </rm>
</cluster>

Dopo aver terminato la configurazione di tutti i componenti del cluster sarà necessario sincronizzare il file di configurazione con tutti i nodi come descritto in Sezione 5.15, «Propagazione del file di configurazione ai nodi del cluster».