Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

5.7.4. Configurazione di un nodo con alimentazione ridondante

Se il cluster è stato configurato con sorgenti di alimentazione ridondanti sarà necessario configurare un processo di fencing in modo da arrestare completamente i nodi interessati prima di essere isolati. Se configurate ogni sorgente di alimentazione come metodo di fencing separato, ogni sorgente di alimentazione sarà isolato separatamente; il secondo sorgente permetterà al sistema di continuare l'esecuzione quando il primo sorgente risulta isolato, così facendo il sistema non sarà isolato. Per configurare un sistema con sorgente di alimentazione doppia configurare i dispositivi di fencing in modo tale che entrambi i sorgenti di alimentazione siano arrestati ed il sistema completamente disattivato. Per fare questo sarà necessario configurare due istanze all'interno di un metodo di fencing singolo, e per ogni istanza sarà necessario configurare entrambi i dispositivi di fencing con un attributo action su off prima di configurare ogni dispositivo con un attributo action su on.
Per configurare un processo di isolamento per un nodo con sorgente di alimentazione doppia seguire le fasi riportate in questa sezione.
  1. Prima di configurare il fencing per un nodo con alimentazione ridondante sarà necessario configurare ogni interruttore di alimentazione come un dispositivo di fencing per il cluster. Per informazioni su come configurare i dispositivi di fencing consultare Sezione 5.5, «Configurazione dei dispositivi di fencing».
    Per stampare un elenco di dispositivi di fencing disponibili per il cluster eseguire il seguente comando:
    ccs -h host --lsfencedev
    
  2. Aggiungere un metodo di fencing per il nodo e specificare un nome.
    ccs -h host --addmethod method node
    Per esempio per configurare un metodo chiamato APC-dual per il nodo node-01.example.com nel file di configurazione sul nodo del cluster node-01.example.com, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addmethod APC-dual node01.example.com
    
  3. Per il primo sorgente di alimentazione aggiungere una istanza al metodo di fencing. Specificare il dispositivo di fencing da usare per il nodo, il nodo al quale viene applicata questa istanza, il nome del metodo e qualsiasi opzione per questo metodo specifica al nodo. A questo punto configurare l'attributo action su off.
    ccs -h host --addfenceinst fencedevicename node method [options] action=off
    
    Per configurare una istanza di fencing nel file di configurazione sul nodo node-01.example.com del cluster il quale utilizza la porta 1 dell'interruttore APC sul dispositivo chiamato apc1 per isolare il nodo node-01.example.com usando il metodo APC-dual ed impostare l'attributo action su off, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addfenceinst apc1 node01.example.com APC-dual port=1 action=off
    
  4. Per il secondo sorgente di alimentazione aggiungere una istanza al metodo di fencing. Specificare il dispositivo di fencing da usare per il nodo, il nodo al quale viene applicata questa istanza, il nome del metodo e qualsiasi opzione per questo metodo specifica al nodo. A questo punto configurare l'attributo action su off.
    ccs -h host --addfenceinst fencedevicename node method [options] action=off
    
    Per esempio per configurare una seconda istanza per il fencing nel file di configurazione sul nodo node-01.example.com del cluster, il quale utilizza la porta 1 dell'interruttore APC sul dispositivo chiamato apc2 per isolare il nodo node-01.example.com usando lo stesso metodo specificato per la prima istanza, APC-dual, ed impostare l'attributo action su off, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addfenceinst apc2 node01.example.com APC-dual port=1 action=off
    
  5. A questo punto aggiungere un'altra istanza al metodo di fencing per il primo sorgente di alimentazione configurando l'attributo action su on. Specificare il dispositivo di fencing da usare per il nodo, il nodo sul quale viene applicata questa istanza, il nome del metodo e qualsiasi opzione per questo metodo specifica al nodo, e specificare l'attributo action su on:
    ccs -h host --addfenceinst fencedevicename node method [options] action=on
    
    Per configurare una istanza di fencing nel file di configurazione sul nodo node-01.example.com del cluster il quale utilizza la porta 1 dell'interruttore APC sul dispositivo chiamato apc1 per isolare il nodo node-01.example.com usando il metodo APC-dual ed impostare l'attributo action su on, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addfenceinst apc1 node01.example.com APC-dual port=1 action=on
    
  6. A questo punto aggiungere un'altra istanza al metodo di fencing per il secondo sorgente di alimentazione specificando l'attributo action su on per questa istanza. Specificare il dispositivo di fencing da usare per il nodo, il nodo sul quale viene applicata questa istanza, il nome del metodo e qualsiasi opzione per questo metodo specifica al nodo, e specificare l'attributo action su on:
    ccs -h host --addfenceinst fencedevicename node method [options] action=on
    
    Per esempio per configurare una seconda istanza per il fencing nel file di configurazione sul nodo node-01.example.com del cluster, il quale utilizza la porta 1 dell'interruttore APC sul dispositivo chiamato apc2 per isolare il nodo node-01.example.com usando lo stesso metodo specificato per la prima istanza, APC-dual, ed impostare l'attributo action su on, eseguire il seguente comando:
    ccs -h node01.example.com --addfenceinst apc2 node01.example.com APC-dual port=1 action=on
    
Esempio 5.5, «cluster.conf dopo aver aggiunto un Dual-Power Fencing» mostra un file di configurazione cluster.conf dopo aver aggiunto il fencing per due sorgenti di alimentazione per ogni node nel cluster.

Esempio 5.5. cluster.conf dopo aver aggiunto un Dual-Power Fencing


<cluster name="mycluster" config_version="3">
   <clusternodes>
     <clusternode name="node-01.example.com" nodeid="1">
         <fence>
            <method name="APC-dual">
              <device name="apc1" port="1"action="off"/>
              <device name="apc2" port="1"action="off"/>
              <device name="apc1" port="1"action="on"/>
              <device name="apc2" port="1"action="on"/>
             </method>
         </fence>
     </clusternode>
     <clusternode name="node-02.example.com" nodeid="2">
         <fence>
            <method name="APC-dual">
              <device name="apc1" port="2"action="off"/>
              <device name="apc2" port="2"action="off"/>
              <device name="apc1" port="2"action="on"/>
              <device name="apc2" port="2"action="on"/>
            </method>
         </fence>
     </clusternode>
     <clusternode name="node-03.example.com" nodeid="3">
         <fence>
            <method name="APC-dual">
              <device name="apc1" port="3"action="off"/>
              <device name="apc2" port="3"action="off"/>
              <device name="apc1" port="3"action="on"/>
              <device name="apc2" port="3"action="on"/>
            </method>
         </fence>
     </clusternode>
   </clusternodes>
   <fencedevices>
       <fencedevice agent="fence_apc" ipaddr="apc_ip_example" login="login_example" name="apc1" passwd="password_example"/>
       <fencedevice agent="fence_apc" ipaddr="apc_ip_example" login="login_example" name="apc2" passwd="password_example"/>
   </fencedevices>
   <rm>
   </rm>
</cluster>


Dopo aver terminato la configurazione di tutti i componenti del cluster sarà necessario sincronizzare il file di configurazione con tutti i nodi come descritto in Sezione 5.15, «Propagazione del file di configurazione ai nodi del cluster».