9.4.2. Cattura del core durante l'arresto inaspettato del demone

Per impostazione predefinita lo script /etc/init.d/functions blocca i file principali dei demoni invocati tramite /etc/init.d/rgmanager. Per la creazione del core da parte di un demone sarà necessario abilitare l'opzione necessaria. Questa procedura deve essere eseguita su tutti inodi del cluster che necessitano di una cattura del core dell'applicazione.
Per creare un file principale in presenza di un crash del demone rgmanager modificare il file /etc/sysconfig/cluster. Il parametro DAEMONCOREFILELIMIT permette al demone di creare i file se il processo si arresta inaspettatamente. L'opzione -w impedisce al processo watchdog di essere eseguito. Il demone watchdog è responsabile per il riavvio dei nodi del cluster se si verifica un crash di rgmanager, e in alcuni casi, se il demone watchdog è in esecuzione il file principale non verrà generato, per questo motivo è necessario disabilitarlo.
DAEMONCOREFILELIMIT="unlimited"
RGMGR_OPTS="-w"
Riavvio di rgmanager per l'attivazione delle nuove opzioni di configurazione:
service rgmanager restart

Nota

Se i servizi del cluster sono in esecuzione su questo nodo, i servizi stessi potrebbero essere in esecuzione con uno stato incorretto.
Il file core verrà salvato quando sarà generato da un arresto inaspettato del processo rgmanager.
ls /core*
L'output dovrebbe essere simile al seguente:
/core.11926
Spostare o cancellare qualsiasi file core vecchi nella directory / prima di riavviare rgmanager per poter catturare il core dell'applicazione. Riavviare o isolare il nodo sul quale si è verificato un arresto inaspettato di rgmanager dopo la cattura del core per assicurare che il processo watchdog non sia in esecuzione.