2.13. Considerazioni su ricci

Con Red Hat Enterprise Linux 6, ricci sostituisce ccsd. Per questo motivo sarà necessario eseguire ricci su ogni nodo del cluster per la diffusione delle informazioni aggiornate sulla configurazione del cluster tramite cman_tool version -r, il comando ccs, o il server dell'interfaccia utente di luci. Avviare ricci utilizzando service ricci start o abilitandolo al momento del boot tramite chkconfig. Per informazioni su come abilitare le porte IP per ricci, consultare Sezione 2.3.1, «Come abilitare le porte IP sui nodi del cluster».
Con Red Hat Enterprise Linux 6.1 e versioni più recenti l'uso di ricci richiederà l'utilizzo di una password se inoltrate per la prima volta la configurazione del cluster aggiornata da un qualsiasi nodo. La password ricci è impostata come utente root dopo l'installazione di ricci con il comando passwd ricci per l'utente ricci.