Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

Capitolo 1. Panoramica sulla gestione e sulla configurazione di Red Hat High Availability Add-On

Red Hat High Availability Add-On permette all'utente di collegarsi ad un gruppo di computer (chiamati nodi o membri) e lavorare insieme come un cluster. Sarà possibile usare il Red Hat High Availability Add-On per soddisfare i requisiti del cluster (per esempio per l'impostazione di un cluster per la condivisione dei file su di un file system GFS2 o per l'impostazione di un failover del servizio).

Nota

Per informazioni sulle migliori implementazioni e sugli aggiornamenti dei cluster di Red Hat Enterprise Linux utilizzando High Availability Add-On e Red Hat Global File System 2 (GFS2) consultate l'articolo "Red Hat Enterprise Linux Cluster, High Availability, e GFS Deployment Best Practices" sul Portale clienti di Red Hat . https://access.redhat.com/kb/docs/DOC-40821.
Questo capitolo fornisce un sommario sulla documentazione degli aggiornamenti e sulle funzioni aggiunte al Red Hat High Availability Add-On dalla release iniziale di Red Hat Enterprise Linux 6, seguito da una panoramica sulla configurazione e gestione di Red Hat High Availability Add-On.

1.1. Funzioni nuove e modificate

Questa sezione riporta le funzioni nuove e quelle modificate di Red Hat High Availability Add-On incluse dalla release iniziale di Red Hat Enterprise Linux 6.

1.1.1. Funzioni nuove e modificate di Red Hat Enterprise Linux 6.1

Red Hat Enterprise Linux 6.1 include le seguenti modifiche e gli aggiornamenti relativi alla documentazione ed alle funzioni.
In aggiunta sono state apportate piccole correzioni e chiarimenti su tutto il documento.

1.1.2. Funzioni nuove e modificate di Red Hat Enterprise Linux 6.2

Red Hat Enterprise Linux 6.2 include le seguenti modifiche e gli aggiornamenti relativi alla documentazione ed alle funzioni.
  • Il Red Hat Enterprise Linux fornisce un supporto per Samba clusterizzati in esecuzione con una configurazione attiva/attiva. Per maggiori informazioni sulla configurazione Samba clusterizzato consultare Capitolo 11, Configurazione samba clusterizzato.
  • Anche se qualsiasi utente in grado di eseguire una autenticazione con il sistema che ospita luci può effettuare un login con lo stesso luci, con Red Hat Enterprise Linux 6.2 solo l'utente root del sistema che esegue luci potrà accedere a qualsiasi dei componenti luci fino a quando un amministratore (l'utente root o un utente con permessi di amministrazione) imposta i permessi necessari per l'utente in questione. Per informazioni su come impostare i permessi luci per gli utenti consultare Sezione 3.3, «Controllo accesso di luci».
  • I nodi di un cluster possono comunicare tra loro usando un meccanismo di trasporto UDP Unicast. Per informazioni su come configurare UDP Unicast consultare Sezione 2.12, «Traffico UDP Unicast».
  • È ora possibile configurare alcuni aspetti del comportamento di luci tramite il file /etc/sysconfig/luci. Per esempio è possibile configurare in modo specifico l'unico indirizzo IP al quale viene servito luci. Per informazioni su come configurare l'indirizzo IP usato per servire luci consultare Tabella 2.2, «Porta IP abilitata su un computer che esegue luci». Per informazioni sul file /etc/sysconfig/luci consultare Sezione 2.4, «Configurazione di luci con /etc/sysconfig/luci».
  • Il comando ccs include ora l'opzione --lsfenceopts, per mezzo della quale è possibile stampare un elenco di dispositivi di fencing disponibili, e l'opzione --lsfenceopts fence_type usata per visualizzare i diversi tipi di fencing. Per informazioni sulle suddette opzioni consultare Sezione 5.6, «Elenco dei dispositivi di fencing ed opzioni».
  • Il comando ccs include ora l'opzione --lsserviceopts per mezzo della quale è possibile stampare un elenco di servizi del cluster attualmente disponibili, e l'opzione --lsserviceopts service_type usata per le opzioni utilizzabili per un tipo particolare di servizio. Per maggiori informazioni consultare Sezione 5.11, «Elenco dei servizi cluster disponibili».
  • Il Red Hat Enterprise Linux 6.2 fornisce supporto per il VMware (interfaccia SOAP) fence agent. Per informazioni sui parametri del dispositivo di fencing consultare Appendice A, Parametri del dispositivo di fencing.
  • Il Red Hat Enterprise Linux 6.2 fornisce supporto per il fence agent RHEV-M REST API rispetto al RHEV 3.0 e versioni più recenti. Per informazioni sui parametri del dispositivo di fencing consultare Appendice A, Parametri del dispositivo di fencing.
  • Con Red Hat Enterprise Linux 6.2 durante la configurazione di una macchina virtuale in un cluster con il comando ccs è possibile utilizzare l'opzione --addvm (al posto di addservice). Così facendo la risorsa vm verrà direttamente definita nel nodo di configurazione di rm nel file di configurazione del cluster. Per informazioni su come configurare le risorse della macchina virtuale con il comando ccs consultare Sezione 5.12, «Risorse della macchina virtuale».
  • Questo documento include una nuova appendice Appendice D, Controllo risorse servizio del cluster e timeout del failover la quale descrive il processo di monitoraggio dello stato delle risorse del cluster da perte di rgmanager, e la modifica dell'intervallo di controllo dello stato. Inoltre l'appendice descrive anche il parametro del servizio __enforce_timeouts il quale indica che un timeout di una operazione potrebbe causare il fallimento del servizio.
  • Questo documento include una nuova sezione, Sezione 2.3.3, «Configurazione del firewall di iptables per abilitare i componenti del cluster». La suddetta sezione mostra come eseguire il filtro per abilitare il traffico multicast attraverso il firewall iptables per i diversi componenti del cluster.
In aggiunta sono state apportate piccole correzioni e chiarimenti su tutto il documento.

1.1.3. Funzioni nuove e modificate di Red Hat Enterprise Linux 6.3

Red Hat Enterprise Linux 6.3 include le seguenti modifiche e gli aggiornamenti relativi alla documentazione ed alle funzioni.
In aggiunta sono state apportate piccole correzioni e chiarimenti su tutto il documento.

1.1.4. Funzioni nuove e modificate di Red Hat Enterprise Linux 6.4

Red Hat Enterprise Linux 6.4 include le seguenti modifiche e gli aggiornamenti relativi alla documentazione ed alle funzioni.
In aggiunta sono state apportate piccole correzioni e chiarimenti su tutto il documento.