Capitolo 5. Storage

Miglioramenti al device-mapper

Con Red Hat Enterprise Linux 6.6 sono stati resi disponibili un certo numero di miglioramenti importanti al device-mapper
  • Il target device-mapper dm-cache, il quale permette ai dispositivi di archiviazione rapidi di comportarsi come cache per dispositivi più lenti, è stato aggiunto come Anteprima di tecnologia.
  • Il controllore delle priorità ALUA device-mapper-multipath, non posiziona più il dispositivo del percorso preferito nel proprio gruppo se sono presenti altri percorsi utilizzabili per il bilanciamento del carico.
  • Il parametro fast_io_fail_tmo nel file multipath.conf è ora operativo sui dispositivi iSCSI, in aggiunta ai dispositivi Fibre Channel.
  • È possibile ora migliorare le prestazioni usando impostazioni con un numero significativo di dispositivi multipath, grazie ad una gestione migliorata dei file sysfs da parte del device-mapper multipath.
  • È stato introdotto un nuovo parametro force_sync in multipath.conf. Il parametro disabilita i controlli del percorso asincroni, i quali possono assistere nel processo di limitazione del numero di problematiche di contesa della CPU, nelle implementazioni con un numero molto elevato di dispositivi multipath.

Anteprima di tecnologia dm-era

Il pacchetto device-mapper-persistent-data rende ora disponibile gli strumenti per la funzionalità del device mapper dm-era, come Anteprima di Tecnologia. dm-era esegue il monitoraggio dei blocchi e controlla quelli modificati all'interno di un dispositivo nei periodi definiti dall'utente, questi periodi vengono denominati era. Questa funzione permette al software di backup di controllare i blocchi modificati o ripristinare la coerenza di una cache dopo l'annullamento delle modifiche.