Capitolo 6. Storage

Supporto iprutil per le funzioni SAS VRAID

Il pacchetto iprutils fornisce le utilità per la gestione e la configurazione dei dispositivi SCSI supportati dal driver del dispositivo storage SCSI ipr. Il pacchetto iprutils è stato aggiornato per supportare le funzioni SAS VRAID per i nuovi adattatori SAS di 6GB su IBM POWER7.

Supporto LVM RAID

Con Red Hat Enterprise Linux 6.2 è stato aggiunto come Anteprima di tecnologia un supporto a LVM per i vari tipi di RAID di MD disponibili. Sono disponibili le seguenti funzioni di base: crea, mostra, rinomina, usa, e rimuovi i volumi logici RAID. Non è disponibile alcun fault tolerance automatizzato.

È possibile creare i volumi logici RAID specificando --type <segtype>. Di seguito sono riportati alcuni esempi:
  • Creare un array RAID1 (questa è una implementazione diversa di RAID1 rispetto al tipo di segmento mirror di LVM):
    ~]# lvcreate --type raid1 -m 1 -L 1G -n my_lv my_vg
  • Creare un array RAID5 (3 segmenti + 1 parità implicita):
    ~]# lvcreate --type raid5 -i 3 -L 1G -n my_lv my_vg
  • Creare un array RAID6 (3 segmenti + 2 parità implicite):
    ~]# lvcreate --type raid6 -i 3 -L 1G -n my_lv my_vg
Estensione iSCSI per il target e l'iniziatore RDMA (iSER)

Il target e l'iniziatore iSER sono ora completamente supportati. Red Hat Enterprise Linux ora è in grado di operare come un server di storage ed un iniziatore iSCSI in ambienti di produzione che utilizzano InfiniBand, con requisiti chiave come bassa latenza ed una velocità di trasmissione elevata.

Tempi di attivazione ridotti per dispositivi LVM

È possibile ora attivare e disattivare più velocemente i dispositivi LVM. Ciò è rilevante agli ambienti con una elevata densità e con un numero molto elevato di configurazioni LVM. Un esempio può essere un host il quale supporta centinaia di guest virtuali che utilizzano uno o più volumi logici.