Capitolo 13. Clustering

Generazione schema dinamico

L'introduzione della generazione di uno schema dinamico conferisce maggiore flessibilità all'utente finale per il collegamento agli agent di fencing ed alle risorse personalizzate del Red Hat Enterprise Linux High Availability Add-on, mantenendo la possibilità di convalidare il proprio file di configurazione /etc/cluster.conf nei confronti dei suddetti agent. È necessario che gli agent siano installati su tutti i nodi del cluster ed in grado di fornire output di metadati corretti.

Samba clusterizzato su GFS2

Il supporto per Samba in un ambiente clusterizzato è ora completamente supportato con Red Hat Enterprise Linux 6.2. Il clustering Samba si affida ad un file system clusterizzato disponibile e condiviso su tutti i nodi. In un contesto Red Hat Enterprise Linux, il clustering Samba è stato configurato per operare con GFS2, il file system di storage condiviso nativo.

Il Samba clusterizzato (ed in particolare CTDB) fornisce la possibilità ai metadati di estendersi su host fisici multipli di un cluster. CTDB eseguirà automaticamente il ripristino e la correzione dei database specifici ai nodi in caso di errore. Esso fornisce altresì una funzione di elevata disponibilità come il failover ed il monitoraggio dei nodi.
Supporto per il ring ridondante per Corosync standalone

Red Hat Enterprise Linux 6.2 introduce il supporto per il ring ridondante con la funzione di auto-ripristino come Anteprima di tecnologia. Consultare le Note tecniche per un elenco di problematiche conosciute associate con questa Anteprima di teconologia.

corosync-cpgtool

corosync-cpgtool specifica ora entrambe le interfacce in una configurazione dual-ring. Questa funzione è una Anteprima di tecnologia.

Come disabilitare rgmanager in /etc/cluster.conf

Come conseguenza della conversione del file di configurazione /etc/cluster.conf utilizzato da pacemaker, rgmanager dovrà essere disabilitato. In caso contrario i rischi saranno molto elevati; dopo una conversione sarà possibile avviare rgmanager e pacemaker sullo stesso host gestendo le stesse risorse.

Di conseguenza Red Hat Enterprise Linux 6.2 include una funzione (come Anteprima di tecnologia) la quale forza i seguenti requisiti:
  • rgmanager non deve avviarsi se è presente il flag <rm disabled="1"> in /etc/cluster.conf.
  • rgmanager deve arrestare qualsiasi risorsa se il flag <rm disabled="1"> è presente in /etc/cluster.conf durante una riconfigurazione.