Red Hat Training

A Red Hat training course is available for Red Hat Enterprise Linux

Appendice B. Lab 2

Migrazione Live
Obiettivo: Configurare ed eseguire una migrazione Live tra due host.
Prerequisito: Due workstation con Red Hat Enterprise Linux 5.0 Beta 2 con piattaforma di Virtualizzazione, ed un guest di Xen Fedora Core 6 su di una delle due workstation.
Per questo lab sarà necessario configurare il processo di migrazione e l'esecuzione di una migrazione Live tra due host.
Introduzione: Prima di iniziare
Per questo lab avete bisogno di due host di Virtualizzazione: un guest di Xen ed uno storage condiviso. È necessario collegare i due host di Virtualizzazione tramite un cavo UTP. Uno degli host di Virtualizzazione esporta uno storage condiviso tramite NFS. Sarà necessario configurare entrambi gli host di virtualizzazione in modo da farli migrare correttamente. Il guest di Xen risiede sullo storage condiviso. Sul guest di Xen sarà necessario installare uno streaming server. Assicuratevi che lo streaming server venga eseguito senza interruzioni sul guest di Xen, in questo modo la migrazione Live avviene tra un host di Virtualizzazione e l'altro. Per il lab 2 farete riferimento ai due host di Virtualizzazione host1 e host2 .
Sequenza 1: Configurazione xend (entrambi gli host di Xen)
Nella procedura di questo Lab dovrete configurare xend in modo da avviarsi come server HTTP e come un server di relocation. Il demone xend non inizializza il server HTTP per default. Esso avvia il server di gestione del socket del dominio UNIX (per xm), iniziando altresì una comunicazione con xend. Per abilitare la migrazione live tra macchine è necessario eseguire una configurazione atta a supportare una migrazione live:
  1. Per creare un backup del vostro file xend-config.sxp:
        cp -pr /etc/xen/xend-config.sxp /etc/xen/xend-config.sxp.default
    
  2. Modificate /etc/xen/xend-config.sxp ed apportate i seguenti cambiamenti:
    #(xend-unix-server yes)(xend-relocation-server
        yes)(xend-relocation-port 8002)(xend-relocation-address
        '')(xend-relocation-hosts-allow '')#(xend-relocation-hosts-allow '^localhost$
        ^localhost\\.localdomain$')
    
  3. Riavviate xend:service e xend restart.
Sequenza 2: Esportazione di uno storage condiviso tramite NFS
Per la procedura di questo lab dovrete configurare NFS ed utilizzarlo come uno storage condiviso.
  1. Modificate /etc/exports ed includere la riga: /xen *(rw,sync,no_root_squash)/
  2. Salvate /etc/exports e riavviate il server NFS. Assicuratevi che il server NFS venga avviato da default:service nfs startchkconfig nfs on.
  3. Dopo aver avviato il server NFS sull'host1, sarà possibile montarlo su host2:mount host1:/xen .
  4. Ora avviate il guest di Xen su host1 e selezionate fc6-pv1 (o fc6-pv2 dal Lab 1):
    xm create -c fc6-pv1
    
Sequenza 3: Installazione dello streaming server del guest di Xen
In questo lab dovrete installare lo streaming server, gnump3d, per le dimostrazioni relative. Selezionerete gnump3d poichè esso supporta i file OGG vorbis, e risulta essere facile da installare, configurare e modificare.
  1. Scaricate gnump3d-2.9.9.9.tar.bz2 tarball da http://www.gnump3d.org/ . Estraete il tarball e nella directory gnump3d-2.9.9.9/ compilate ed installate gnump3d application:tar xvjf gnump3d-2.9.9.9.tar.bz2cd gnump3d-2.9.9.9/make install
  2. Create a /home/mp3 directory and copy TruthHappens.ogg from Red Hat's Truth Happens page to mkdir /home/mp3wget -c http://www.redhat.com/v/ogg/TruthHappens.ogg
  3. Iniziate lo streaming server digitando
     command:gnump3d
    
  4. Su uno dei due host di Xen eseguite Movie Player. Se non è installato, installate gli rpm totem e iso-codec prima di eseguire Movie Player. Fate clic su Applicazioni, successivamente Suono & Video, e per finire Movie Player.
  5. Fate clic su Movie e successivamente Apri posizione. Inserite http://guest:8888/TruthHappens.ogg.
Sequenza 4: Esecuzione di una migrazione Live
  1. Eseguite il file TruthHappens.ogg su di uno dei due host di Xen.
  2. Eseguite una migrazione live da host1 a host2:
    xm migrate –live fc6-pv1 host2
    
  3. Aprite la finestra di terminali multipli su entrambi gli host di Xen con il seguente comando:
    watch -n1 xm list
    
  4. Osservate l'inizio del processo di migrazione live. Notate quanto tempo è necessario per completare tale processo.
Sequenza di prova: Configurazione del server VNC dall'interno di un guest di Xen
If time permits, from within the Xen guest, configure the VNC server to initiate when gdm starts up. Run VNC viewer and connect to the Xen guest. Play with the Xen guest when the live migration occurs. Attempt to pause/resume, and save/restore the Xen guest and observe what happens to the VNC viewer. If you connect to the VNC viewer via localhost:590x, and do a live migration, you won't be able to connect to the VNC viewer again when it dies. This is a known bug.