Capitolo 14. Storage

Sono disponibili diversi metodi attraverso i quali è possibile gestire lo storage di macchine virtuali. È possibile esportare un dispositivo a blocchi fisico del domain0 (disco fisso o partizione), su di un dominio guest come un virtual block device (VBD). Potete altresì eseguire un processo di esportazione direttamente da una immagine partizionata come file-backed VBD. Red Hat Virtualization abilita per default durante il processo d'installazione sia LVM che blktap. Sarà possibile impiegare protocolli di rete standard come NFS, CLVM, o iSCSI per fornire storage a macchine virtuali.