2.3.4. Volumi delle snapshot

La funzione relativa alla snapshot di LVM fornisce la possibilità di creare delle immagini virtuali di un dispositivo in un determinato istante, senza causare l'interruzione del servizio. Quando si verifica un cambiamento del dispositivo originale dopo aver eseguito una snapshot, la funzione relativa crea una copia dell'area dei dati modificata prima dell'avvenuta modifica, in modo da poter ricostruire lo stato del dispositivo.

Nota

Le snapshot di LVM non sono supportate attraverso i nodi in un cluster.
Because a snapshot copies only the data areas that change after the snapshot is created, the snapshot feature requires a minimal amount of storage. For example, with a rarely updated origin, 3-5 % of the origin's capacity is sufficient to maintain the snapshot.

Nota

Le copie delle snapshot di un file system sono copie virtuali, e non media di backup per un file system. Le snapshot non forniscono un sostituto per una procedura di backup.
Se una snapshot viene completamente eseguita, la snapshot stessa viene rilasciata. Tale comportamento assicura la presenza di uno spazio sufficiente per il file system originale. Per questo motivo è consigliato controllore costantemente la dimensione della snapshot. Le snapshot sono completamente ridimensionabili, tuttavia, se siete in possesso di uno spazio di storage sufficiente, sarà possibile aumentare la dimensione del volume della snapshot per evitare un suo eventuale rilascio. Al contrario, se credete che il volume della snapshot in questione risulti essere troppo grande rispetto alle vostre necessità, sarà possibile ridurre la dimensione del volume in modo da liberare lo spazio necessario per altri volumi logici.
Quando create un file system per la snapshot, sarà possibile avere un accesso completo di lettura e scrittura nei confronti dell'origine. Se un segmento della snapshot viene modificato, esso viene contrassegnato e non verrà mai copiato dal volume originale.
È possibile utilizzare la funzione delle snapshot in diversi modi:
  • In particolare, è consigliato eseguire la snapshot se è necessario fare un backup su di un volume logico, senza arrestare l'aggiornamento 'live' dei dati da parte del sistema.
  • È possibile eseguire il comando fsck sul file system di una snapshot, per controllare l'integrità del file system e determinare se il file system originale necessita di correzioni.
  • Poichè è possibile eseguire la lettura e scrittura della snapshot, è possibile testare le applicazioni con i dati di produzione, eseguendo una snapshot e successivamente alcuni test senza interessare i dati reali.
  • È possibile creare ed usare i volumi con il monitor della macchina virtuale Xen. Potrete usare la snapshot per creare una immagine del disco, eseguirne una sua snapshot e modificarla per una istanza domU particolare. Successivamente potrete creare un'altra snapshot e modificarla per un altra istanza domU. Poichè l'unico storage utilizzato è rappresentato dalle sezioni modificate sull'origine o snapshot, la maggior parte del volume viene condiviso.