12.19.4. Schema di partizionamento consigliato

Se non avete una buona ragione per fare il contrario, vi consigliamo di creare le seguenti partizioni:
  • Una partizione swap (di almeno 256 MB) — le partizioni swap vengono usate per supportare la memoria virtuale. In altre parole, i dati vengono salvati su di una partizione swap quando non vi è RAM sufficiente per conservare i dati che il vostro sistema è in grado di processare.
    Se non siete sicuri sulla dimensione della partizione swap da creare, fatela del doppio della quantità di RAM presente sulla vostra macchina. Tale partizione deve essere di tipo swap.
    La creazione della quantità adatta dello spazio di swap, varia a seconda dei seguenti fattori (elencati in ordine d'importanza):
    • Applicazioni in esecuzione sulla macchina.
    • Quantità di RAM fisica installata sulla macchina.
    • Versione dell'OS.
    Lo swap deve essere uguale a 2x rispetto alla RAM fisica fino a 2 GB della stessa, e 1x aggiuntiva della RAM fisica per qualsiasi valore superiore a 2 GB, ma mai minore di 32 MB.
    Quindi se:
    M = Quantità di RAM in GB, e S = Quantità di swap in GB,
    If M < 2
    	S = M *2
    Else
    	S = M + 2
    Usando questa formula, un sistema che presenta 2 GB di RAM fisica, avrà 4 GB di swap, mentre un sistema con 3 GB di RAM fisica, avrà 5 GB di swap. La creazione di uno spazio molto grande della partizione swap, può essere d'aiuto se desiderate eseguire in futuro un miglioramento della vostra RAM.
    Per i sistemi che presentano una quantità di RAM molto elevata (maggiore di 32 GB), sarà opportuno creare una partizione swap più piccola (di circa 1x, o minore, della RAM fisica).
  • Una partizione boot PPC PReP sulla prima partizione del disco fisso — la partizione boot PPC PReP contiene il boot loader YABOOT (il quale permette agli altri sistemi POWER di avviare Red Hat Enterprise Linux). Se non pianificate di eseguire una procedura d'avvio per mezzo di un floppy o di una risorsa di rete, sarà necessario avere una partizione boot PPC PReP in modo da poter avviare Red Hat Enterprise Linux.
    Per utenti IBM System i e IBM System p: La partizione boot PPC PReP dovrebbe essere compresa tra 4-8 MB, e non eccedere i 10 MB.
  • Una partizione /boot/ (100 MB) — la partizione montata su /boot/ contiene il kernel del sistema operativo (il quale permette al vostro sistema di avviare Red Hat Enterprise Linux), insieme con i file utilizzati durante il processo di bootstrap. A causa delle limitazioni di molti PC firmware,, è consigliato creare una partizione piccola per conservare i suddetti file. Per la maggior parte degli utenti è sufficiente una partizione boot di 100MB.

    Avvertimento

    Se avete una scheda RAID, siate a conoscenza che Red Hat Enterprise Linux 5.0 non supporta l'impostazione dell'hardware RAID sulla scheda IPR. Se avete già impostato l'array RAID, Open Firmware non supporta l'avvio dalla scheda RAID. In questi casi la partizione /boot/ deve essere creata su di una partizione esterna all'array RAID, come ad esempio un disco fisso separato.
  • A root partition (3.0 GB - 5.0 GB) — this is where "/" (the root directory) is located. In this setup, all files (except those stored in /boot) are on the root partition.
    Una partizione di 3.0 GB vi permette di disporre di una installazione minima, mentre una partizione root di 5.0GB vi permette di eseguire una installazione completa, e quindi di scegliere tutti i pacchetti.