16.5. Preparazione per una installazione dal disco fisso

Nota

Le installazioni dal disco fisso utilizzando DASDo SCSI source storage funzionano solo su partizioni native ext2 o ext3. Se il vostro file system risulta essere diverso da quelli sopra riportati, (ed in particolare un file system basato su partizioni RAID o LVM), allora non sarete in grado di usarlo come sorgente per eseguire una installazione utilizzando il disco fisso.
Per preparare il vostro sistema ad una installaziome dal disco fisso, devete impostare il sistema in uno dei seguenti modi:
  • Utilizzo di un set di CD-ROM o di un DVD — Create i file di immagine ISO da ogni CD-ROM di installazione, o da ogni DVD. Per ogni CD-ROM (o una volta per il DVD), eseguite il seguente comando da un sistema Linux:
    dd if=/dev/cdrom of=/tmp/file-name.iso
    Questo comando potrebbe dare luogo ad un messaggio di errore quando si raggiunge la fine dei dati sul CD-ROM, tale messaggio può essere ignorato. Le immagini ISO create, una volta copiate nel DASD corretto, possono essere usate per l'installazione.
  • Utilizzo delle immagini ISO - trasferite le suddette immagini sul sistema da installare (oppure sui dispositivi SCSI o DASD corretti).
    Per evitare spiacevoli inconvenienti, verificare che le immagini ISO siano intatte prima di effettuare una installazione. Per verificare se le immagini ISO siano intatte, usare un programma md5sum (molti programmi md5sum sono disponibili a seconda dei sistemi operativi). Un programma md5sum dovrebbe essere disponibile sulla stessa macchina Linux delle immagini ISO.
    Rendete i LUN SCSI o DASD in questione, accessibili per la nuova VM o LPAR, per poi procedere con l'installazione.
    Altresì, se esiste un file chiamato updates.img nella directory usata per eseguire l'installazione, il suddetto file viene utilizzato per gli aggiornamenti del programma di installazione anaconda. Consultate il file install-methods.txt presente nel pacchetto RPM anaconda, per informazioni dettagliate sui diversi metodi di installazione di Red Hat Enterprise Linux, insieme ai suggerimenti su come apportare gli aggiornamenti al programma d'installazione stesso.