Capitolo 1. Panoramica su Red Hat Cluster Suite

I sistemi clusterizzati forniscono affidabilità, scalabilità e disponibilità ai i servizi critici di produzione. Utilizzando Red Hat Cluster Suite, è possibile creare un cluster in grado di far fronte alle vostre esigenze di prestazione, high availability, di bilanciamento del carico, scalabilità, file sharing e di risparmio. Questo capitolo fornisce una panoramica sui componenti di Red Hat Cluster Suite e le sue funzioni, e consiste nelle seguenti sezioni:

1.1. Concetti di base del cluster

Un cluster è costituito da due i più computer (chiamati nodi o membri), che operano insieme per eseguire un compito. Sono presenti quattro tipi principali di cluster:
  • Storage
  • High availability
  • Bilanciamento del carico
  • Elevate prestazioni
I cluster storage forniscono una immagine coerente del file system sui server presenti in un cluster, permettendo ai server stessi di leggere e scrivere simultaneamente su di un file system condiviso singolo. Un cluster storage semplifica l'amministrazione dello storage, limitando l'installazione ed il patching di applicazioni su di un file system. Altresì, con un file system cluster-wide, un cluster storage elimina la necessità di copie ridondanti di dati dell'applicazione, semplificando il processo di backup e di disaster recovery. Red Hat Cluster Suite fornisce uno storage clustering attraverso Red Hat GFS.
I cluster High-availability forniscono una disponibilità continua dei servizi tramite l'eliminazione dei così detti single points of failure, e tramite l'esecuzione del failover dei servizi da un nodo del cluster ad un altro nel caso in cui il nodo diventi non operativo. Generalmente i servizi presenti in un cluster high-availability leggono e scrivono i dati (tramite un file system montato in modalità di lettura-scrittura). Per questo motivo un cluster high-availability deve essere in grado di garantire l'integrità dei dati, poichè un nodo del cluster può assumere il controllo di un servizio da un altro nodo. La presenza di errori in un cluster high-availability non risulta essere visibile da parte di client esterni al cluster. (I cluster high-availability sono talvolta indicati come cluster di failover.) Red Hat Cluster Suite fornisce un clustering high-availability attraverso il proprio componente High-availability Service Management.
I cluster a bilanciamento del carico 'cluster load-balancing' inviano le richieste del servizio di rete a nodi multipli del cluster, in modo da bilanciare il carico richiesto tra i nodi del cluster. Il bilanciamento del carico fornisce una scalabilità molto economica, poichè è possibile corrispondere il numero di nodi in base ai requisiti del carico. Se un nodo all'interno del cluster risulta essere non operativo, il software per il bilanciamento del carico rileva l'errore e ridireziona le richieste ad altri nodi del cluster. Il fallimento di un nodo nel cluster load-balancing non risulta essere visibile da parte dei client esterni al cluster. Red Hat Cluster Suite fornisce un bilanciamento del carico attraverso LVS (Linux Virtual Server).
I cluster High-performance utilizzano i nodi del cluster per eseguire processi di calcolo simultanei. Un cluster high-performance permette alle applicazioni di lavorare in parallelo aumentando così la prestazione delle applicazioni. (I cluster High performance vengono anche identificati come cluster computational o grid computing.)

Nota

I cluster sopra citati rappresentano le configurazioni di base; in base alle vostre esigenze potreste aver bisogno di una combinazione dei tipi di cluster appena descritti.